Cos’è l’aromaterapia

L’aromaterapia è la cura mediante l’uso degli oli essenziali.
Gli oli essenziali sono delle complesse miscele di sostanze organiche di diversa natura chimica e, sebbene in quantità diverse, sono presenti in quasi tutte le piante.
La funzione che questi oli svolgono all’interno delle piante resta ancora molto incerta, le ipotesi più accreditate sono: in alcuni casi insetticidi, in altre per nutrire le piante, in altre ancora per attirare gli insetti fecondatori.

Nonostante ci siano ancora punti oscuri i processi di distillazioni avvenivano già 5000 anni fa come attestano i geroglifici nella zona dell’Egitto.
Si tratta di una scienza con validi basi anzitutto storiche, alle quali oggi si aggiungono quelle scientifiche.

L’aromaterapia segue i principi della medicini naturale, è volta cioè, a sviluppare la forza vitale del paziente e a regolare il suo equilibrio interiore, privando la malattia del suo terreno di crescita, del nutrimento, e questo sia sul piano fisico, sia su quello psichico.

Come qualsiasi altro trattamento l’aromaterapia non pretende di possedere un’esclusiva polivalente, una panacea per tutti i mali, pur tuttavia gli oli essenziali rappresentano senza dubbio un efficace strumento terapeutico degli aspetti positivi, talora straordinari, nella cura e nella prevenzione di diverse malattie.
Tra queste bisogna fare una particolare menzione al potere antimicrobico e antibatterico degli oli essenziali, che si stanno guadagnando l’attenzione della ricerca come una possibile alternativa al problema della resistenza e adattabilità dei ceppi batterici.

Aromaterapia, oli essenziali e come utilizzarli

Come utilizzare gli oli essenziale in aromaterapia? Ecco 4 suggerimenti

  1. Il metodo più diffuso è quello della dispersione in aria grazie all’azione di un brucia essenze che trasforma gli oli da stato liquido a gassoso. Essi vengono da noi inalati e iniziano con la loro azione.
  2. Altro metodo è quello dell’applicazione cutanea, miscelati però ad un olio vettore, come per esempio mandorle dolci o sesamo.
  3. Per l’ingestione devono essere veicolati attraverso miele o una zolletta di zucchero e on bisogna in genere superare le due gocce.
  4. I bagni aromatici e i suffumigi sono due altri metodi classici. Nel primo si possono sciogliere una o più essenze nella vasca da bagno, nel secondo invece si inala i vapori di acqua bollente con all’interno gli oli che ci interessano.

Per uno studio più approfondito delle proprietà dei singoli oli vi rimandiamo alle schede presenti sul sito.