Il Black Lime o Lumi Omani entra a far parte del catalogo delle spezie per bartender e mixology disponibili da Terza Luna. Come molte spezie, anch’essa, ha diversi nomi: lime nero affumicato, limone nero affumicato, loomi, o lumi dell’Oman.

Black Lime: origini antiche

Si tratta di un frutto antichissimo di origini persiane, molto comune nella cucina Medio Orientale, molto utilizzato, infatti, nelle cucine di questi paesi, in particolare in Iraq e Iran, grazie alle sue note molto particolari. In Iran, per esempio, insieme al Pistacchio è una delle spezie più utilizzate.

E’ in pratica un lime disidratato che con una particolare lavorazione diventa di colore nero.
Come fanno, dunque, ad assumere questa particolare colorazione? I lime vengono raccolti quando sono verdi e fatti bollire in una soluzione di acqua e sale, poi esposti al sole per alcune settimane fino a diventare secchi, disidratati e di colore scuro.

E il gusto?

Il sapore del Loomi è molto particolare: ricorda quello aromatico del lime, ma con una maggiore acidità. Al palato, si ritrova il sapore pungente tipico dei cibi fermentati e un retrogusto affumicato. Pur avendo questo particolare gusto, in realtà il black lime non subisce processo di affumicatura ma semplice ossidazione. Come il tè nero!

Vuoi usarlo in cucina? Ecco come fare!

Il Lime Nero è usato in ricette che richiedono una lunga cottura: restando a contatto con i liquidi si reidrata e sprigiona il suo profumo. Utilizzalo per dare un tocco esotico alle zuppe di verdure o di legumi, agli stufati di carne e ai piatti di pesce. Basta sciacquarne uno o due, bucherellarli leggermente con la punta di un coltello e aggiungerli alla preparazione, oppure si possono rompere e sbriciolare per dare un profumo più intenso alla pietanza.

 

 

Condividi