Con il sopraggiungere della primavera, sono tante le persone che ci vengono a trovare in negozio per chiederci consigli sui trattamenti naturali per combattere i disagi allergici. E’ per questo che abbiamo deciso di scrivere questo articolo per tutti coloro che vogliono approfondire i metodi integrali generali applicabili alle persone ‘atopiche’ e alle persone con allergie ambientali stagionali o perenni.

Cos’è l’allergia e perchè se siamo vittime?

L’allergia si definisce come una successione di reazioni biochimiche, che in individui geneticamente predisposti comunemente chiamate ‘atopici’, produce sintomi fisici concreti come rinorrea, sinusite, starnuti, sibilanti e altri problemi più gravi. Il numero di soggetti allergici o intolleranti è notevolmente aumentato negli ultimi anni a causa di tanti fattori: come l’industrializzazione del mondo moderno, i fast food, contaminazioni ambientale, modificazione genetica degli alimenti, uso abusivo di chimica di sintesi in agricoltura e via scrivendo. Tutti questi fattori ci hanno letteralmente investito in così breve tempo che non hanno consentito al nostro sistema immunitario il sufficiente tempo evolutivo per l’adattamento e dunque spesso si verifica una perdita della tolleranza immunitaria con la compromissione dell’equilibrio interno.

Queste reazioni biochimiche sono dovute a una ‘iper’ risposta del sistema immunitario di una persona esposta a una stimolazione ricorrente sia di tipo ambientale sia psicologico, di cui è sensibile. Questa risposta del sistema immunitario non è altro che una chiamata alla produzione di una reazione infiammatoria. Una molecola responsabile di questa reazione infiammatoria è la istamina. L’istamina produce una vasodilatazione sanguinea, producendo un edema locale nei tessuti come pelle e mucose, cosi come urticaria generalizzata.

curare le allergie con rimedi naturali

Come curare le allergie con la medicina naturale?

Le cure mediche farmacologiche sono fondamentalmente basate nella prescrizione di farmaci antistaminici, broncodilatatori e cortisone. Trattamento molto efficace, ma che alla lunga ha molti effetti collaterali.

Ci però sono tanti studi che dimostrano che la medicina naturale può aiutare tanto sia nella riduzione della predisposizione ‘atopica’ sia nei trattamenti sintomatici dovuti a questa. Ecco qui un po’ di consigli, buona lettura e buona primavera.

DEPURAZIONE:

Il fegato è l’organo principale di eliminazione delle tossine che circolano nel nostro organismo. Molti studi parlano di una correlazione fra l’inquinamento ambientale e una alterazione nel funzionamento del sistema immunitario. È fondamentale depurare l’organismo frequentemente, soprattutto in primavera e un mese prima dello scatenarsi delle allergie stagionali. Questa depurazione è possibile farla attraverso le piante, sia in forma di tisane depurative sia in forma di tintura madre. Le piante che aiutano alla depurazione sono: cardo mariano, boldo, tarassaco, ortica, carciofo, bardana e liquirizia.

NUTRIZIONE:

E’ possibile seguire una dieta antiallergica e antinfiammatoria aumentando il consumo di cereali integrali, frutta, verdura e grassi insaturi omega3 (semi di lino e semi di chia).

Ci sono certi alimenti chiamati pro-infiammatori, che, come recita il nome stesso, sono alimenti che aumentano i livelli di infiammazione nel sangue. Questi alimenti sono; proteine di origine animale, latticini, farine bianche, zuccheri raffinati, cereali con alta percentuale di glutine. La dieta antiallergica consiste nell’eliminare, o ridurre al massimo durante questo periodo, gli alimenti a elevato contenuto di istamina (cioccolato, salumi, alcool e molti additivi alimentari) e gli alimenti che inducono la produzione di istamina (solanacee, fragole, ananas, crostacei).

ERBE:

Bere una tisana antistaminica con una buona sinergia delle piante contenute in questa ci darà un effetto antinfiammatorio e adattogeno, e ci aiuterà a ridurre la noia dei sintomi. La tisana-base antistaminica potrà essere assunta per tutto il periodo dell’accentuarsi della manifestazione.

Alla tisana antiallergica può essere abbinata al gemmoderivato di Ribes Nigrum con attività cortison-like, questo vuol dire che produce una stimolazione delle ghiandole surrenali nella produzione di cortisolo, un cortisone endogeno che aiuta l’organismo a reagire alle infiammazioni.