Gaiwan: cos’è e come si utilizza!

Cari ‘teofili’, come ci piace chiamare tutti coloro che amano il tè, in questo articolo vogliamo parlare del Gaiwan (o Guywan) una tazza da thè coperta, considerata come metodo perfetto per l’infusione di tè delicati, come i tè verdi e i bianchi, ma, comunque, adatta per qualsiasi tipologia di tè.

Storia del Gaiwan

La nascita della tazza Gaiwan risale alla dinastia Ming che, già nel 1350, si avvaleva di questo particolare metodo. Come descritto dal maestro di tè Lu Yu, questa ciotola speciale, doveva essere abbastanza larga da permettere l’infusione ma allo stesso tempo piccola da essere tenuta tra le mani in maniera confortevole.
Da sempre utilizzata come teiera o semplicemente come tazza per il tè, può essere di vari materiali, tra cui porcellana (come nel caso della nostra tazza Gaiwan in porcellana), vetro o, per quelle più preziose, realizzate in argilla Yixing (come la tazza Gaiwan Yixing presente nel nostro shop) oppure giada. Si presenta senza manici, ed è formata da un piattino, una ciotola ed un coperchio.

Vediamo ora come usarla al meglio evitando, tra l’altro, di scottarci, cosa che, soprattutto durante i primi utilizzi, può capitare!

gaiwan-tazza-te-cinese

Come utilizzare il Gaiwan

Come utilizzare il coperchio

Per alzare il coperchio del gaiwan, potrete tenere i lati del pomello con il pollice e il dito medio, mentre il dito indice sta sulla parte superiore. Una volta sollevato, l’ideale è riporlo sul lato del piattino per evitare che entri in contatto con altri elementi o odori del tavolo.

È il momento di versare l’acqua calda

Ponete all’interno del Gaiwan la giusta quantità di foglie del tè scelto e versate l’acqua calda all’interno della tazza. Il metodo migliore per porre l’acqua è cercare di farla scivolare sulle pareti grazie ad un movimento circolare; così da ottenere una diffusione più uniforme del calore. Ora potete chiudere il vostro Gaiwan.

Consiglio: la quantità d’acqua che verserete dev’essere ben dosata in modo che non debordi e soprattutto, se non riempite il Gaiwan sino all’orlo, eviterete che i bordi diventino troppo caldi per essere maneggiati! Se però, la quantità d’acqua che versate fosse troppa, potrete facilmente risolvere il problema premendo sul coperchio e curvando il Gaiwan da una parte per eliminare un po’ di tè.

Il Gaiwan come tazza

Quando il tè è pronto si può bere direttamente da esso o versarlo in una tazza. Se si decide di bere dal Gaiwan, lasciate una piccola apertura tra il coperchio e il recipiente, in modo da raffreddare il tè e il Gaiwan stesso. Potrete così bere mantenendo semplicemente il pomello del coperchio.

Come versare il tè dal Gaiwan

Versare il vostro tè dal Gaiwan in un’altra tazza, è certamente la parte più difficile. Ma con una piccola pratica diventerete dei ‘teofili’ davvero esperti!

Spingete il coperchio verso il lato per creare un’apertura tra il coperchio e il recipiente. La fessura che andrete a creare dovrà permettere all’acqua di defluire mantenendo, però, le foglie di tè all’interno del recipiente.

Dovrete, quindi, tenere, i bordi della tazza con il dito medio e il pollice, contemporaneamente bloccare il pomello del coperchio con il dito indice per una presa più stretta. Ora potrete sollevare il vostro Gaiwan e versare il tè.

Consiglio: Quando inclinate il Gaiwan per versare il tè, cercate di non superare un angolo di 90° affinché l’acqua possa defluire più lentamente evitando di scottarvi.

Doppio consiglio: Se volete servire più tazze di tè, allora è preferibile versare l’intero contenuto in una caraffa. In questo modo ogni tazza di tè avrà lo stesso piacevole sapore (perché i tempi d’infusione saranno gli stessi!!)

gaiwan-come-utilizzare

Condividi