Il Ginseng è una pianta dalla radice conosciuta ed apprezzata per le sue proprietà tanto da venir chiamata anche “essenza umana”, il nome ginseng deriva da Jen (gin), che significa uomo e Shen (seng), vita.

Fu in Cina che cominciò il consumo di  questa pianta, perché si pensava che il suo effetto nel corpo umano agisse in forma somigliante agli ormoni, rallentando il processo di invecchiamento, bloccando il sorgere  o l’evoluzione di malattie proprie della vecchiaia, come artrite, insorgenze di problemi cardiovascolari, fornendo energia ed aumentando l’appetito sessuale.

Gli effetti del ginseng sull’organismo sono diversi. Il primo di tutti è la sua azione di tipo tonificante, che migliora il processo metabolico ed aumenta la produzione di energia nelle cellule, procurando così un miglior rendimento fisico ed una maggior resistenza alla fatica.

Il secondo effetto è la capacità di tonificare senza eccitare e senza creare dipendenza.

Quanto al sistema nervoso, ha un effetto antidepressivo, combatte l’ansia, aumenta la capacità di concentrazione e di memoria.

Combatte molto bene l’ipertensione arteriosa ed è bene comunque ricordare che il ginseng non è un afrodisiaco, egli agisce sopra il sistema riproduttivo e non diminuisce il desiderio sessuale, anzi, migliora la capacità ed il funzionamento degli organi genitali.

Stimola le ghiandole sessuali, aumenta la produzione di ormoni e la capacità sessuale.