La raccolta del tè: il nostro viaggio tra Nepal e India

Quest’estate abbiamo fatto una bellissima esperienza e ci tentiamo a condividerla con voi tutti, amanti del tè.

All’inizio di Settembre siamo partiti alla volta di un viaggio di 20 giorni fra India e Nepal dove volevamo andare alla scoperta del tè e provare l’esperienza unica di raccoglierlo con le nostre mani, lavorarlo e renderlo poi quella bevanda meravigliosa di cui tutti noi siamo innamorati.
La metà del viaggio l’abbiamo passata presso una famiglia nepalese che ha avuto la bontà di ospitarci e farci vivere secondo i loro ritmi, secondo la loro cultura e le loro conoscenze. Avevamo preso contatto con loro precedentemente tramite un sito di woofering che si chiama workaway.
raccolta-del-te-nepal-india-3

Deepak, la sua famiglia e il suo tè dell’Ilam

Nella famiglia di Deepak si coltiva e si raccoglie il tè da generazioni. Vivono in una zona del Nepal che si chiama Ilam, a pochi km dal confine con la regione indiana del Darjeeling. I tè dell’Ilam stanno diventando sempre più famosi per il loro corpo e gusto davvero peculiare.

Deepak ha un piccolo pezzo di terra nel quale fa crescere il suo orticello e qualche filare di prezioso tè.
La maggior parte dei nepalesi di quella zona hanno piccoli pezzi di terra con una casetta, proprio come Deepak. Raccolgono le foglie e le vendono fresche, ancora bagnate dall’umidità della notte, a delle fabbriche dove vengono lavorate per diventare dei tè che andranno a finire molto probabilmente sul mercato indiano, sempre ghiotto di chai.
Deepak invece le foglie le raccoglie e se le tiene per sé. Le lavora lui, con l’aiuto della sua famiglia, e crea il suo tè personale, completamente artigianale, che poi vende a chi lo va a trovare come noi, o al massimo, se lo beve lui stesso.
Questo senza l’ausilio di alcun macchinario, che non si può permettere.
La famiglia di Deepak è molto umile e semplice, mangiano principalmente quello che raccolgono, consumano pochissimo, dipendono fortemente dalla terra e dalla natura che li circonda, proprio come noi. Ma lì il nesso fra uomo e natura lo si sente molto di più.
Per questo motivo rispettano tantissimo l’ambiente, gli animali e in generale l’uomo e il creato.
In Nepal molti animali non hanno infatti paura dell’uomo.

raccolta-del-te-nepal-india-2

• Sulla nostra pagina facebook puoi vedere tutte le foto del nostro viaggio!

In quei bellissimi dieci giorni abbiamo imparato molto; la mattina scendevamo nei campi a raccogliere le foglie di tè, a seconda del tipo di tè che avremmo fatto raccoglievamo le gemme (per il tè bianco) o gemma e prima e seconda foglia (per tutti gli altri tipi). Quando risalivamo per il pranzo stendevamo le foglie a seccare al sole su stuoie di bambù.
Poi il pomeriggio “rollavamo” le foglie e se dovevamo fare un tè nero le lasciavamo ossidare, altrimenti le “cucinavamo” al vapore o con il fuoco, secondo il tipo di gusto che volevamo creare.
La sera provavamo il tè del giorno prima, parlavamo di questa magnifica pianta e della vita in Nepal.
Ci siamo portati un po’ di tè dal Nepal, che però è andato a ruba, al punto che non ce n’è rimasto molto altro.
Speriamo che Deepak riuscirà a inviarcene altro iniziando così una collaborazione proficua per entrambi.
Vi terremo aggiornati.

Curioso di sapere come è proseguito il nostro viaggio? Leggi qui la seconda parte!

• Non dimenticare di dare un’occhiata alla nostra selezione di tè in foglia in vendita online!