Arriva il momento di ampliare il proprio catalogo di spezie…ed ecco un pepe che si nomina molto, uno tra i più famosi dopo i classici pepi, per il suo aroma molto particolare che si sposa molto bene con numerosi piatti: il pepe di Sichuan.
Poi abbiamo preso anche i diamanti di sale dell’himalaya, le bacche di ginepro, il pimentòn de la vera spagnolo (paprica dolce) un nuovo tipo di curry verde (bangok) e il pregiatissimo zafferano spagnolo.
Ma andiamo con calma e vediamo il primo.
Il suo nome scientifico è Zanthoxylum alatum e appartiene alla famiglia delle Rutaceae. Più nello specifico, si tratta di una pianta perenne originaria della Cina – lo Sichuan è appunto una regione della nazione – dove viene utilizzata da millenni per la sua azione antipruriginosa e antidolorifica a livello cutaneo, ma anche per la sua attività contro gli spasmi dolorosi intestinali e contro i dolori dentari (la specie vegetale viene definita anche “albero del mal di denti”).
I suoi frutti sono molto usati come spezia nella cucina cinese e giapponese per ridurre le proprietà irritanti di alcuni alimenti. Si tratta anche di una delle poche spezie usate dalla cucina tibetana, che per l’ambiente ostile non ha grande disponibilità di vegetali o spezie edibili.
Il nome pepe è dovuto al fatto che la bacca può ricordare una bacca di pepe nero, ma tra le due spezie non c’è correlazione.
Nella medicina tradizionale, l’estratto oleoso è usato per lenire prurito e mal di denti e numerosi sono anche gli utilizzi cosmetici di Zanthoxylum.
Inoltre, sulla base dell’attività insetticida di alcuni oli essenziali estratti dai semi di alcune piante del genere Zanthoxylum, la ricerca è attualmente pure focalizzata sullo sviluppo di nuovi agenti utili al controllo di vettori – zanzare tra cui anche varie specie di Anopheles – sulla base di composti chimici bioattivi isolati da piante medicinali indigene, in alternativa a larvicidi chimici.
Infine, per quanto riguarda il sapore il pepe di Sichuan non è piccante, tuttavia ha una fortissima aromaticità che sprigiona in bocca una sensazione molto simile a quella piccante; immediatamente dopo le prime sensazioni presenta un aroma di limone e lascia in bocca un leggero intorpidimento.
Questa spezia è molto adatta ad accompagnare preparazioni a base di carne e pesce; nella cucina cinese viene soprattutto combinata insieme a zenzero e anice stellato. Nella cucina più occindetale si trova spesso nella preparazione di mousse al cioccolato, delle quali esalta splendidamente le caratteristiche.
Con il suo sapore fresco e  nota al gusto di limone, è perfetto nella preparazione con creme di carciofo o asparagi selvatici, ma sorprende ancora di più con il pesce, o delle carni. Ideale per mousse al cioccolato, o dei sorbetti d’ananas.

Consigliamo di sgranare le bacche del Pepe di Szechuan al momento di servire i piatti.

Ideale su paste fredde.

Ed ecco qui due ricetta per dilettarvi in cucina. Sono tutte e due molto semplici e le ho scelte per questo. Comunque questo pepe si adatta a moltissimi piatti, potete sperimentarlo un pò dovunque andando ad intuito una volta che avete memorizzato il sapore.

CARPACCIO DI SALMONE AL PEPE DI SICHUAN

Ingredienti per 2: circa 500 gr. di filetti di salmone molto fresco e più magro possibile (quelli con la pelle sotto).
succo di limone, olio e.v.o., sale
Un cucchiaio di bacche di pepe di sichuan o pepe nero da macinare fresco al momento
aneto fresco ben sciacquato e asciugato.

PREPARAZIONE

Lavare molto bene sotto acqua corrente i filetti di salmone. Spinarli togliendo la lisca centrale de eventuali spine laterali. Con un coltello ben affilato tagliare la carne del samone orizzontalmente, a piccoli tagli e in più volte, strato per strato, fino ad arrivare il più possibile vicino alla pelle. I pezzetti di salmone tagliati posizionali orizzontalmente su un gran piatto piano. State attenti, quando tagliate, a non prendere anche le eventuali parti bianche che sono il grasso del pesce.

Formato il primo strato, irroratelo con abbondante succo di limone, un po’ d’olio, sale, pepe e aneto tagliuzzato. Posizionate gli altri pezzetti di salmone sul piatto a formare un secondo strato e procedete di nuovo al condimento come prima. Vi sconsiglio di fare 3 strati. Se vi avanza altro salmone ricominciate su un altro piatto piano.

Ricoprire con la pellicola ben tesa e lasciare che il salmone ‘si cuocia’ nel limone, ci vorrano circa 20-30 minuti. Servite con abbondante insalata fresca.

PATATE DOLCI O NORMALI CON ZUCCA E PEPE DI SICHUAN

Ingredienti:

  • zucca cotta al vapore
  • patate dolci cotte al vapore  o quelle normali cotte in acqua.
  • cipolla abbondante
  • noce moscata
  • ghee o burro
  • olio extra vergine di oliva
  • sale o un insaporitore di vostro gusto
  • pepe di Sichuan
  1. Mettere le cipolle tagliate a pezzi grossi in padella con ghee e olio e stufare a fuoco dolce.
  2. Aggiungere la zucca e la patata dolce a cubi, il sale o l’insaporitore, la noce moscata e il pepe di Sichuan.