Il viaggio nell’isola di Taiwan è stato sicuramente molto prolifico. Vi abbiamo già raccontato nello scorso blog post, dell’incontro con Vivi e Denny.

Abbiamo approfondito le nostre conoscenze, ci siamo arricchiti dal contatto con persone semplici umili, ma con un grande sapere dentro, siamo entrati in contatto con una scuola che pratica la via del tè (a breve un articolo per spiegarvi di che si tratta) ma soprattutto ci siamo portati dietro un sacco di tè!

Nuovi tè rari su Terza Luna

  1. Ali Shan oolong , mr. Don Yu
    Uno dei tè che si conoscono maggiormente in Europa, un oolong con bassa ossidazione (circa 15%). La sua principale caratteristica è di crescere in montagne altissime, dove le condizioni climatiche sono perfette per far crescere un ottimo tè.
    Ma siamo andati alla ricerca di qualcosa in più.
    Don Yu è un convinto sostenitore del bio, uno dei pochi della sua area. È rarissimo trovare un Ali Shan biologico. Effettivamente questo nemmeno lo è perché non possiede la certificazione, ma vi assicuriamo che le sue piante e I suoi tè sono molto bio, cresciuti nel pieno rispetto degli standard organici da più di 30 anni.
    L’Ali Shan di mr. Don Yu è uno dei migliori tè che abbiamo trovato a Taiwan. Note di orchidea e burro con uno sfondo fresco, quasi di bosco.
  2. Si Ji Chun roasted mr. Lo
    L’incontro con mr.Lo è stato bellissimo, una serie di coincidenze ci ha portato in un pacifico paesino della zona di Hsinchu, a trovarci nella sua casa da tè, fabbrica e negozio. E come se non bastasse, visto che in pochi parlavano inglese, siamo capitati lì mentre c’era un’amica del nipote di mr.Lo che di professione fa la traduttrice!
    Un incontro benedetto..
    In questo modo abbiamo potuto fargli un sacco di domande e da lui abbiamo preso un sacco di tè.
    Sicuramente quelli che fanno più scena sono gli Oolong invecchiati negli yuzu e nelle arance, ma uno di quelli che mi è piaciuto maggiormente è stato il suo Si Ji Chun roasted, un tè oolong leggermente tostato, secondo la antica tradizione taiwanese.
    Si tratta di tè charcoal roasted, cioè fatti tostare per un lungo tempo con un calore proveniente da dei carboni sempre accesi, ricoperti di cenere molto fine, che ne prolunga il calore per tanto tempo.
    Lo ci dice che un tempo a Taiwan si produceva principalmente questo tipo di tè. Ma poi il gusto è cambiato e adesso il mercato non richiede più questi tè, ma oolong molto più floreali e semplici, abbandonando quelli tostati, con suo grande disappunto.
  3. Oolong invecchiato nello yuzu
    La traduttrice, il suo nome è Mei, di cui vi ho detto prima, si trovava da mr.Lo perché voleva imparare come preparare al meglio i suoi tè oolong invecchiati nelle arance e nello yuzu.
    Lo è diventato famoso in tutta Taiwan per questi suoi tè che produce solo lui, con un processo lungo e laborioso. Trovate tutte le foto all’interno della pagina del prodotto sul nostro sito.
    Il loro gusto è incredibile, si sentono distintamente sia il tè che lo yuzu, sono perfetti per i cold brew estivi (tè macerati a freddo). Gli oolong vengono fatti invecchiare
  4. Oolong invecchiato nelle arance
    Oltre agli yuzu, gli oolong di mr. Lo vengono invecchiati anche nelle arance, con procedimenti simili, ma con risultati diversi. L’oolong nello yuzu è più pungente, dovuto alla natura dell’agrume giapponese. Nelle arance invece il gusto è più delicato, la nota agrumata è meno intensa ma più avvolgente.
    All’interno del prodotto sul sito troverete anche il video che abbiamo girato su come preparare questi tè.
  5. Honey Black mr.Lo
    E questo è l’ultimo tè che abbiamo preso dalle esperte mani del tea master mr.Lo.
    È un tè nero molto aromatico, si ricava dalle stesse piante del più famoso Oriental Beauty (Don Fang Mei Ren). Con il primo raccolto si fa l’Oriental Beauty, con il secondo invece questo Honey Black. Il prezzo si abbassa notevolmente ma il tè è comunque ottimo. Ricorda molto il suo fratello, con quelle note dolci di miele e frutta matura.
    Anche in questo tè l’insetto Jacobiasca formosiana gioca un ruolo fondamentale, mordendo le foglie e causandone un ossidazione prematura delle foglie, responsabili di questo gusto così particolare.
  6. Oriental Beauty mr. Hsu
    Insieme all’Ali Shan è uno dei tè più famosi di Taiwan, viene coltivato principalmente nella costa ovest dell’isola. Siamo stati a visitare le coltivazioni di mr. Hsu, in un posto magnifico (trovate le foto sempre nella pagina prodotto), circondate da un lago, i contadini che lavorano per mr.Hsu si spostano tra i giardini in barca, vigilando attentamente sui raccolti. Ancora una volta persone splendide e semplici, che ci hanno accolto con gioia e con la volontà di condividere quanto di bello c’è nelle loro vite.
    Una delle cose che ci ha stupito di Taiwan è proprio questo volontà di aiutare, condividere. Si potrebbe pensare che fosse rivolta solo a noi in quanto stranieri, ma così non è. La gente di Taiwan ci ha dimostrato di avere un rispetto per l’altro anche se si tratta di un avversario o concorrente. Lo dico perché in 14 giorni abbiamo avuto a che fare con almeno 30 diversi tea master, negozianti di tè, coltivatori, esportatori. Nessuno ha mai sparlato degli altri, nessuno ha mai danneggiato i suoi concorrenti additandone scarsa qualità dei prodotti o altro. Piuttosto tacevano gli errori o i difetti degli altri.
  7. Ruby Black Mr. Yan
    Questa volta un tè nero, ma uno molto particolare. Un tè nero le cui foglie sono arrotolate a pallini, proveniente sempre dall’area di Ali Shan. Il suo gusto è delicatissimo, con delle note dolci tra la noce e la cioccolata.
    Yan come molti ragazzi ha preso sulle spalle i giardini di famiglia e ha voluto iniziare a differenziarsi non producendo solo il solito oolong di Ali Shan poco ossidato. Ha utilizzato gli stessi cultivar degli oolong ma per creare un tè nero, ha creato un tè d’eccezione piacevolissimo da bere, avvolgente e vellutato.
  8. Jin Xuan mr.Yiming
    Anche mr. Yiming è un giovane coltivatore che porta le sue idee e la sua voglia nei giardini di famiglia.
    Di lui abbiamo scelto un notevole Jin Xuan, anche conosciuto come Milky Oolong, per le sue note dolci che ricordano il latte e il burro. Questa sua particolarità è dovuta al cultivar omonimo (Jin Xuan) e alla lavorazione delle foglie.
    Anche questo tè è assolutamente bio, come potrete vedere dalle foto della piantagione di mr. Yiming, ma non possiede certificazione. Nonostante questo mr. Yiming è uno strenuo sostenitore del bio nel mondo del tè. Siamo stati ospitati da lui per 2 giorni in casa e abbiamo fatto lunghe chiacchierate su questi temi.
    Il riassunto più o meno è questo:
    Coltivare tutto bio è difficile. Soprattutto all’inizio e soprattutto se i tuoi terreni sono abituati a fertilizzanti potenti e pesticidi. Nel momento in cui decidi di cambiare la terra ci metterà un 2-3 anni minimo ad adattarsi, e in quegli anni i raccolti saranno pessimi. Scarsi, spesso malati o mangiati da insetti. Ma nel tempo la terra impoverita si ripopolerà di insetti, piante che daranno vita al tuo tè.
    Si tratta di una questione vitale per molti agricoltori che abbiamo incontrato, soprattutto per una terra piccola come Taiwan, per mr. Yiming è anche una missione e una scelta di vita.

 

 

Condividi