Cerca Articoli

Gli articoli che rispondono a quanto cercato

Quarto capitolo: La Cina e il tè verde
Se gli inglesi hanno imposto all’Europa il gusto per il tè nero, che essi bevono zuccherato con una nuvoletta di latte, il tè verde che si beve in Cina da cinquemila anni resta la bevanda della grande maggioranza dei popoli d’Asia e del Maghreb. I migliori giardini di tè verde si trovano nella Cina continentale, a Formosa e in Giappone. In Cina la preparazione di questo tè avviene più o meno nello stesso modo da tempop immemorabile. Nelle fabbriche artigianali delle cooperative li tè viene torrefatto per meno di un minuto, dentro grandi vasche, allo scopo di distruggere gli enzimi delle foglie..
Ceylon, i metodi di lavorazione del tè nero
Venti più dolci, un’aria più leggera e trasparente, avvallamenti armoniosi danno ai giardini di Ceylon un aspetto più sorridente. Nelle piantagioni che talvolta non superano i venti ettari, si scopre una dimensioni più umana. La maggior parte delle piantagioni è situata a sud-ovest dell’isola. I giardini più belli, come sempre, si incontrano fra i 1000 e i 2500 mt, sui versanti est e ovest degli alti pianori. Secondo l’orientamenro subiscono l’influenza dell’uno o dell’altro monsone; così sul versante est la migliore raccolta si ottiene dalla fine di giugno alla fine di agosto e sul versante o..
Le tipologie di tè: classificazione e nomenclatura
Il procedimento di lavorazione delle foglie del tè rappresenta il fattore più rilevante per la differenziazione del prodotto finito. Per tale motivo, tutti i sistemi di classificazione suddividono i tè in grandi famiglie, all'interno delle quali vengono raggruppate le varietà che condividono determinate fasi del processo di lavorazione e, conseguentemente, presentano alcune caratteristiche comuni. La distinzione più semplice  è quella tra tè "fermenentati" (neri) e tè "non fermentati" (verdi) , ovvero i tè le cui foglie vengono lasciate ossidare e diventare di colore bruno e quelli le cui fog..
Vis. da 1 a 3 di 3 (1 Pagine)