L'acqua per il tè: Come esaltare il nostro tè scegliendo la giusta acqua

L'acqua per il tè: Come esaltare il nostro tè scegliendo la giusta acqua

L'acqua per il è estremamente importante, tanto che ci sono numerosi studi che attestano proprio la sua grande importanza. Addirittura, esiste una vera e propria popolazione del tè, definita Chajin, ovvero in cinese per "persone del tè". Si suppone, inoltre, che gli Chajin abbiano una sensibilità particolarmente acuta nei confronti di ciò che li circonda e dei poteri speciali in natura.

Un detto cinese, inoltre, ci racconta che "un ottimo tè può essere rovinato da un'acqua povera, ma un tè medio può essere reso ottimo con un'acqua speciale", quindi, bere acqua di buona qualità è essenziale; in particolare, noi consigliamo di bere acqua con basso residuo fisso, senza cloro e caricata energeticamente, per gustare un ottimo tè, evitando inoltre l'utilizzo di bottiglie in plastica.

La cerimonia del tè giapponese è l'incarnazione di questa filosofia, ovvero quella di essere in armonia con la natura. Ogni dettaglio della cerimonia, compresi l'ambientazione, gli utensili, l'acqua e le modalità di preparazione del tè, sono essenziali. Vediamo insieme un aspetto importante di questa filosofia: l'acqua per il tè.

Sei un vero Tea Lover? Scopri la nostra selezione di tè in foglia!

SCEGLI TRA CENTINAIA DI VARIETÀ DI TÈ

acqua per il tè

Come abbassare il residuo fisso dell'acqua

Al giorno d'oggi si tende ad acquistare sempre più spesso bottiglie di acqua in plastica: noi di Terza Luna, siamo contrari alla plastica perché è un materiale molto inquinante e perché durante l'assunzione della bevanda, assumiamo microparticelle di plastica che rilasciano le bottiglie all'interno dell'acqua.

Il motivo principale per cui si sceglie di utilizzare l'acqua delle bottiglie per preparare un buon tè è dato dal fatto che il residuo fisso dell'acqua deve essere basso, non bassissimo, altrimenti verrebbe un tè dal sapore molto piatto, ma nemmeno molto alto come quello del rubinetto; ecco, per cui, il motivo principale dell'acquisto di bottiglie in plastica per l'utilizzo dell'acqua per il tè.

Eliminare il cloro dall'acqua

Per abbassare il residuo fisso ed eliminare il cloro dell'acqua basta fare una bollitura dell'acqua da 3 a 5 minuti, ovviamente senza coperchio, così il cloro e parte dei minerali che appesantiscono l'acqua evaporano. Noi di TerzaLuna consigliamo di bollire l'acqua per un paio di minuti in un pentolone d'acqua in acciaio inox coperto fino alla bollitura, anche con l'ausilio di un bollitore. Inoltre, è bene precisare che l'acqua dopo essere stata bollita può essere conservata in bottiglie di vetro per tutta la durata della giornata.

Come caricare l'acqua energeticamente per renderla 'medicina'

Per caricare l'acqua e renderla energeticamente una medicina, noi consigliamo di inserire delle pietre di quarzo rosa, quarzo normale o pietra luna al suo interno. Lasciando le pietre nell'acqua per una notte, queste rilasciano la loro struttura molecolare (una sorta di rimedio omeopatico). Le pietre, poi, si lasciano nella bottiglia, senza toglierle.

Un'altra forma per caricare l'acqua molto rara e mistica, è quella d'inserirla in una bacinella e lasciarla in una notte di luna piena a caricarsi.

Lo studio di Masaru Emoto

Masaru Emoto era un ricercatore giapponese e un autore che ha sviluppato la teoria secondo cui la coscienza umana ha un effetto sull'acqua. Le sue teorie si sono evolute nel tempo e sono tutte scritte nei suoi libri, infatti, lo studioso credeva che l'acqua potesse reagire verso parole o pensieri positivi e negativi e se fosse stata inquinata, poteva essere purificata attraverso preghiere e immaginazione positiva. I suoi libri e la rivelazione sul mistero dell'acqua sono ampiamente conosciuti in tutto il mondo.

Il dott. Masaru Emoto era uno scienziato indipendente e si è interessato molto intensamente a questo studio sull'acqua. Nel 1992 è diventato dottore in medicina alternativa studiando alla Open International University for Alternative Medicine in India.

Il Dr. Emoto ha iniziato i suoi esperimenti su molecole d'acqua prelevate da vari corsi d'acqua, stagni e fiumi. Prese campioni da diverse fonti, mettendole in situazioni differenti e congelò le molecole d'acqua su alcuni vetrini per osservare il fenomeno cosiddetto "d'acqua di cristallo". Queste immagini microscopiche di molecole di cristalli d'acqua congelata, poi, sono state descritte scientificamente. Dopo aver condotto una breve ricerca, ha concluso che i cristalli d'acqua presi da situazioni positive come la bella gratitudine, la musica e i freschi ruscelli di montagna hanno forme geometriche migliori di quelle che sono state prese da situazioni negative.

Il significato di acqua ed esseri umani

Considerando le capacità dell'acqua di percepire le emozioni, l'osservazione dell'ambiente circostante e la trasmissione di energie, il Dr. Masaru Emoto ha confrontato gli umani con l'acqua poiché gli adulti sono fatti per il 70% di acqua e un nascituro per il 90%. Una persona può essere influenzata dall'ambiente circostante proprio come le bottiglie d'acqua sperimentali che ha usato in diverse situazioni. Se gli umani devono affrontare situazioni positive o ascoltare musica pacifica, saranno sereni e gioiosi, mentre se saranno circondati dall'energia negativa fatta da parole dure, comportamenti offensivo e vibrazioni cattive saranno distanti e dispersi come le molecole d'acqua.

Su questi risultati, il Dr. Emoto ha creduto nell'acqua come coscienza vivente per il mondo. Ogni persona è presumibilmente una molecola d'acqua che è influenzata dalle energie e dalle vibrazioni circostanti.

Conclusione

L'importanza di bere un'acqua caricata energeticamente è quella che deriva dal fatto che l'acqua è fondamentale per la vita di tutto il pianeta Terra, dal 60% al 70% di acqua è composto il nostro corpo, quindi, bere acqua di buona qualità è essenziale; in particolare, noi consigliamo di bere acqua con basso residuo fisso, senza cloro e caricata energeticamente, per gustare un ottimo tè.

Terza Luna Scritto da Terza Luna