Tè freddo fatto in casa. 4 ricette per la tua estate

Come fare il thè freddo fatto in casa? Leggi i nostri consigli!

Con l’arrivo dell’estate la maggior parte di noi accantona il tè caldo (persino noi a dire il vero diminuiamo le quantità) e ci si spinge verso il tè freddo, una delle bevande dissetanti più adatte alla stagione estiva. In questo articolo scopriremo come fare il tè freddo fatto in casa realizzando un tè freddo senza zucchero, ne’ conservanti e ricchissimo di vitamine e antiossidanti.

Possiamo innanzitutto dire che non esiste un’unica ricetta del tè freddo, noi ne abbiamo individuate ben quattro e nell’articolo scoprirete qual’è il nostro metodo di preparazione casalingo di questi infusi a freddo che preferiamo.

La buona notizia è che potenzialmente ogni tè, dalle miscele più intense e pazzerelle, ai più delicati tè bianchi o verdi naturali, si presta ad essere consumato mediante infusione a freddo, ossia mediante metodo Cold Brew.

La differenza la fa la qualità!

Per fare un tè freddo fatto in casa buono e ricco di proprietà benefiche è necessario che la materia prima sia di qualità. Va da sé che un tè scadente in bustina darà un risultato scadente, e non c’è metodo alternativo che tenga. Al contrario un tè in foglia sprigionerà tutte le sue proprietà benefiche e il suo gusto.

Fatte queste premesse importanti scopriamo come fare il tè freddo con quattro ricette di qualità!

tè-freddo-fatto-in-casa

1. Metodo a caldo

Questa ricetta del tè freddo prevede di preparare il tè come si farebbe di solito, con dosi, tempi e temperature consuete, per poi filtrare il tutto e lasciare intiepidire a temperatura ambiente per poi terminare il raffreddamento in frigo. E’ consigliato con erbe per tisane e fiori (affinché tutti i principi attivi vengano adeguatamente estratti) o infusi di frutta disidratata.

2. Metodo a caldo “Voglio un tè freddo e lo voglio adesso!”

Questa ricetta, invece, prevede di preparare il tè con acqua alla temperatura richiesta normalmente o di poco superiore, aumentando però la dose delle foglie – circa il doppio del normale – e/o il tempo di infusione, al fine di avere un liquore più concentrato; quando è pronto si versa direttamente nei bicchieri colmi di ghiaccio. Questo metodo di preparazione del tè freddo fatto in casa ha dalla sua una indubbia immediatezza, dato che in pochi minuti il tè è pronto da servire. Un’altra cosa che depone a suo favore è quel meraviglioso scric scroc che fanno i cubetti di ghiaccio quando gli si versa sopra il tè caldo, che già da sé dona sollievo e immaginata frescura.

A causa della concentrazione maggiore, però, il tè potrebbe però rivelarsi troppo amaro o astringente, restando spiacevole al palato anche una volta unito al ghiaccio; l’annacquamento dovuto allo sciogliersi dei cubetti, poi, potrebbe facilmente e imprevedibilmente renderlo troppo insipido e scialbo.

come-fare-il-te-freddo

3. Tè freddo fatto in casa con infusione a freddo

Senza zuccheri e ricco di proprietà, indubbiamente il nostro preferito!

Vogliamo esservi sinceri sin da subito, questo è in assoluto il nostro metodo preferito per fare il tè freddo fatto in casa senza rinunciare a gusto, proprietà e praticità. La ricetta del tè freddo fatto con metodo Cold Brew – o infusione a freddo – è semplicissima:

  1. Mettete il tè in foglia (qui una selezione dei nostri tè freddi preferiti) in infusione in acqua a temperatura ambiente – esatto, non c’è bisogno di scaldare acqua
  2. Riponete il contenitore in frigo per almeno 2/3 ore
  3. Aspettate pazientemente
  4. Ecco pronto un tè freddo fatto in casa senza zuccheri e povero in caffeina!

Noi e molti dei nostri amici lo prepariamo la sera prima di andare a dormire mettendo in infusione – in una caraffa dotata di una buona chiusura o in una bottiglia di plastica – circa 5/8 grammi di tè in 1 litro/1 litro e mezzo d’acqua a temperatura ambiente, per poi infilare il tutto in frigo e lì lasciarlo l’intera notte; il mattino seguente ecco pronto il nostro tè freddo 100% naturale!

Questo metodo va benissimo anche per la preparazione delle tue tisane a freddo!

4. Metodo “quasi” a freddo

Per realizzare quest’ultima preparazione di thè freddo fatto in casa bisogna lasciar infondere una certa quantità di foglie (circa 10 grammi per litro, ovvero 1 grammo ogni 100 ml) in acqua a temperatura ambiente per un tempo variabile da 1 a 3 ore circa: il tempo varierà a seconda della tipologia di tè e della temperatura dell’ambiente. Dopo il tempo di infusione possiamo riporre in frigo il tè freddo, oppure aggiungerci del ghiaccio per rinfrescarlo più rapidamente.

Prova i metodi di preparazione del tè freddo e facci sapere quale preferisci!

 

te-freddo-ricetta

Tè Freddo fatto in casa: conservazione e consigli

Lasciamo come ultimo capitolo di questo articolo sul tè freddo fatto in casa la conservazione e i consigli utili affichè questa bevanda estiva rinfrescante possa mantenere intatti sapori e proprietà il più a lungo possibile.

Conservare il tè freddo home made è semplice e se ci si attiene a poche e semplici regole è possibile conservarlo anche per 5/6 giorni nel proprio frigorifero (non di più). Vediamo allora qualche consiglio sulla conservazione del tè freddo fatto in casa.

  1. Riponetelo in frigo ben chiuso per limitare il passaggio di aria da dentro a fuori il barattolo
  2. Non zuccherate il vostro tè freddo se dovete conservarlo, ne accorcereste la vita
  3. Non lasciate le foglie di tè in infusione a freddo nel barattolo, ne alterereste il sapore

E con questi ultimi consigli sul tè freddo fatto in casa e la conservazione vi invitiamo subito a sperimentare una delle ricette suggerite in questo articolo e a condividerle con i vostri amici.

Condividi