Cistite: Rimedi Naturali e Tisane per Curarla

Cistite: Rimedi Naturali e Tisane per Curarla

Curare la Cistite: I Rimedi Naturali più Efficaci

La cistite è un’infiammazione della vescica che causa dolori, bruciore ed un frequente bisogno di urinare. Si tratta di un disturbo molto comune, in particolar modo nella popolazione femminile, provocato da cause differenti: è molto importante trattare la cistite alla comparsa dei primi sintomi, e per farlo è possibile ricorrere ad alcuni rimedi naturali in grado di purificare il corpo e contrastare la proliferazione batterica. In questo articolo impareremo a riconoscere la cistite, individuarne le cause, e quali sono i rimedi naturali e le tisane più efficaci contro le infiammazioni delle vie urinarie.

 

Cos’è la Cistite? Sintomi e Come Riconoscerla

La cistite è un’antipatica infiammazione della mucosa vescicale, il cui sintomo principale è il bisogno continuo, fastidioso e spesso doloroso di urinare. Tra i sintomi principali della cistite, che dovrebbero far suonare un campanello d’allarme e spingerci a correre ai ripari, vi è sicuramente un senso di pienezza della vescica, una necessità frequente di urinare, bruciore intimo e bruciori e fastidi durante la minzione, con urina che può essere accompagnata da fuoriuscite di sangue, e che tende generalmente ad avere un cattivo odore.

L’infezione da cistite può avere diversi gradi di serietà, con un processo infiammatorio che può risolversi in un solo episodio, o diventare cronica, specialmente quando non viene trattata, e dunque continuare a ripresentarsi ed in alcuni casi estendersi anche alle vie genitali o ai reni. La prevenzione ed un trattamento specifico sono fondamentali per evitare che la cistite si aggravi e conduca a spiacevoli complicanze. Essendo un’infiammazione batterica, talvolta la cistite può anche non presentare conseguenze somatiche o cause distinguibili, sebbene nella maggior parte dei casi sia caratterizzata da sintomi irritativi palesi che accomunano sia la cistite acuta che quella cronica.

Tra questi vi sono:

  • Bruciore intimo, dolori al basso ventre, fastidio e brividi durante la minzione;
  • Pollachiuria (aumento del numero di minzioni nel giorno);
  • Urina maleodorante e scura;
  • Presenza di sangue e pus nelle urine;
  • Disuria (difficoltà nella minzione a livello muscolare);
  • Urina che viene espulsa in piccole quantità;
  • Febbre (rara);

Quali Sono le Cause della Cistite?

La cistite è un’infiammazione della vescica che nella maggior parte dei casi è di natura batterica, sebbene talvolta sia attribuibile anche a virus o funghi. Generalmente la vescica ha un’alta resistenza alle infezioni, e contiene urina sterile, tuttavia quando l’organismo presenta difese immunitarie più basse diventa più vulnerabile all’attacco batterico, che può colpire la vescica o per via ascendente, ovvero per risalita lungo l’uretra, oppure discendente, dai reni, o ancora, ematica.

La correlazione tra salute dei reni e salute della vescica è molto forte, in quanto il corretto funzionamento della vescica nell’espellere urina è determinato dal corretto funzionamento dei reni: in medicina cinese si sostiene che la funzionalità della vescica dipenda proprio dall’energia e dal calore forniti dai reni, e che dunque la bassa temperatura sia una delle principali cause della cistite. Un clima freddo, un’esposizione eccessiva all’umidità possono infatti causare un indebolimento dei reni, e di conseguenza della vescica, che rende l’organismo più soggetto alla proliferazione dei batteri patogeni come quelli della cistite.

Il batterio più comune responsabile della cistite è l’Escherichia coli, o E. coli, a cui vengono attribuite la maggior parte delle infezioni delle vie urinarie. L’E. coli è un batterio che si trova normalmente all’interno dell’intestino, in particolare nel colon, e fa parte della naturale flora batterica, ma ve ne sono alcuni ceppi patogeni e dunque pericolosi, in quanto possono causare infezioni importanti, proprio come la cistite.

L’azione di questi batteri e il verificarsi di processi infiammatori a carico delle vie urinarie tendono a manifestarsi quando l’organismo si trova in determinate condizioni che ne favoriscono l’attacco da parte di microrganismi patogeni. Tra queste troviamo:

  • Esposizione al freddo e umidità: causa l’indebolimento dei reni e raffreddamento della vescica, che necessita di calore per funzionare correttamente.
  • Indebolimento delle difese immunitarie a causa di terapia antibiotica;
  • Cattiva alimentazione e dieta povera di nutrienti;
  • Stress, ansia, preoccupazione, affaticamento psicofisico che causano una salita del calore verso cuore e volto, lasciando i reni freddi e indeboliti;
  • Eccessiva attività sessuale con relativo indebolimento dei reni;
  • Cattiva attività sessuale può portare ad un’infezione della vescica come meccanismo di difesa da quel rapporto;
  • Malattie sessualmente trasmissibili;
  • Utilizzo eccessivo di assorbenti intimi o indumenti troppo stretti;
  • Cattiva o carente igiene intima ed utilizzo di saponi intimi sbagliati;
  • Indossare indumenti sintetici che non proteggono e riscaldano il corpo a dovere;
  • Disbiosi: una cattiva flora batterica può influire sulla proliferazione di batteri patogeni.

La cistite può essere dunque di natura batterica, virale o fungina, ma l’attacco dei microrganismi patogeni è quasi sempre avvallato da precedenti condizioni di abbassamento delle difese immunitarie. Per questo, il trattamento della cistite, specialmente se si tratta di episodi e non di cistite cronica (per la quale è necessario rivolgersi al medico curante), consiste in un percorso di depurazione del corpo, aiutato da rimedi naturali efficaci che contribuiscono a risanare e sostenere l’organismo nella sua totalità. Vediamo dunque quali sono i migliori rimedi naturali per la cistite.

rimedi naturali cistite

Rimedi Naturali per la Cistite

I rimedi naturali per la cistite sono molti, in quanto la cistite è un disturbo molto diffuso, in particolar modo tra le donne, e le sue cause sono, come abbiamo visto, variabili e spesso colluse. Ci sono numerosi estratti vegetali utili nell’esercizio di un’azione antimicrobica ed antisettica sulla vescica e l’uretra, ma questi, per quanto diretta la loro azione possa essere, necessitano di essere inseriti in un percorso integrato ed armonico che permetta di depurarsi ed inibire l’adesione batterica causa dell’infiammazione.

Il nostro suggerimento è quello di intraprendere un trattamento della durata di 3 mesi, da affiancare alla terapia suggerita dal medico, fatto di rimedi naturali ed azioni preventive che possono aiutare a curare la cistite. Essere perseveranti è molto importante per liberarsi dalla cistite, infatti anche nella terapia farmacologica con l’antibiotico prescritta dai medici in caso di cistite cronica viene sottolineata l’importanza di essere costanti nell’assunzione, in quanto smettere di curarsi alla scomparsa dei sintomi non consente una guarigione, ma spesso causa la comparsa di recidive.

Il piano per il trattamento della cistite con rimedi naturali comprende:

  • Alimentazione sana: seguire un regime alimentare disintossicante è fondamentale per curare la cistite, in quanto il funzionamento di vescica e reni dipende da quello equilibrato degli altri organi, fegato e cuore in primis. Aiutando il corpo a purificarsi dalle tossine in eccesso, si permette a tutti gli organi di lavorare meglio. Suggeriamo di preferire alimenti riscaldanti, grounding, ricchi di olio, e di inserire nella propria dieta cannella, zenzero, cumino, curcuma, noce moscata, cacao, tè oolong, zafferano, oltre che di consumare alimenti ricchi di probiotici e prebiotici.
  • Abitudini di vita: è importante rivedere le proprie abitudini di vita, in particolare se si affronta una situazione di stress, ansia e preoccupazioni sarà fondamentale partire da un lavoro emotivo per riequilibrare il proprio stato psicofisico. Ma non solo emotività e stress: anche il tipo di abbigliamento che si indossa, come pantaloni o biancheria tropo stretta che ostacolano la circolazione e materiali sintetici, può incentivare la comparsa della cistite, nonché l’esporsi a temperature fredde e umide. È anche importante prendersi cura della propria salute intima e sessuale: spesso le infezioni urinarie possono essere causate da una cattiva igiene o dall’eccessiva o incorretta attività sessuale.
  • Vaporizzazioni vaginali: il cosiddetto yoni steam, potete effettuarlo due volte a settimana, impiegando delle erbe infuse, da sole o in combinazione, come ad esempio petali di calendula, lavanda, uva ursina ed eucalipto in foglie, che agiranno direttamente sui condotti uretrali con un effetto disinfiammante ed emolliente.
  • Fermenti lattici: un rimedio naturale per chi soffre di cistite può essere l’assunzione di fermenti lattici, che consentono di supportare il sistema immunitario e mantenerne alte le difese. In particolare, viene consigliato di assumere fermenti lattici del genere acidophilus.
  • D-mannosio: uno zucchero semplice estratto da legno di larice e betulla, che se assunto riesce ad arrivare nella vescica senza essere assorbito dall’intestino, attirare i batteri ed inglobarli, facendoli espellere nella minzione.
  • Bere acqua: durante i tre mesi del trattamento è importante bere molta acqua, abitudine che dovrebbe essere mantenuta con costanza. In molti tendono a fare il contrario quando cercano di liberarsi dalla cistite, pensando di ridurre in questo modo il fastidio, ma in realtà bere molta acqua e liquidi aiuta ad espellere più facilmente le tossine e a diluire l’urina diminuendone la proliferazione. È possibile contribuire all’idratazione bevendo anche delle tisane fatte con erbe ed estratti vegetali dall’azione antimicrobica e antisettica e dalle proprietà emollienti. Bisogna però non esagerare: un consumo troppo eccessivo di acqua potrebbe infatti sovraffaticare i reni. Si consiglia dunque di non superare 1.5 litri al giorno e di evitare tisane diuretiche.
  • Tisane per la cistite: tra i rimedi naturali per la cistite vi sono le tisane preparate con ingredienti i cui principi attivi, in associazione, possono essere importanti nello svolgimento di un’azione antisettica e antisettica contro i ceppi batteri responsabili delle infezioni del tratto urogenitale. Ad esempio suggeriamo la nostra tisana depurativa per il fegato, in quanto il corretto funzionamento del fegato dona ai reni il calore necessario per il lo svolgimento delle loro normali funzioni. A questo proposito può essere utile avvicinare una borsa dell’acqua calda ai reni, per garantir loro il calore necessario.

Nel prossimo paragrafo vedremo quali sono gli estratti vegetali che fungono da rimedi naturali per contrastare la cistite, e come preparare delle tisane depurative, antisettiche e disinfettanti da bere per modulare e liberarsi dell’infezione alle vie urinarie.

Tisane per la Cistite e altri Rimedi Naturali

Per trattare la cistite è importante capire quale sia il batterio responsabile dell’infezione. Ci sono molti rimedi che la natura ci mette a disposizione per prevenire e curare questa fastidiosa e spesso dolorosa infiammazione delle vie urinarie, che se non trattata può diventare cronica e consumare la parete vescicale. Spesso questi vengono consumati sotto forma di tintura madre o estratti puri, ma l’utilizzo di questi ingredienti per preparare delle apposite tisane contribuisce notevolmente alla cura della cistite, in quanto le tisane per la cistite stimolano la diuresi e garantiscono un effetto dilavante per le vie urinarie, aiutando ad espellere i batteri.

Scopriamo insieme i rimedi naturali più efficaci contro la cistite e come impiegarli nella preparazione di tisane, decotti ed impacchi lenitivi, disinfettanti ed antibatterici.

uva ursina cistite

Uva Ursina

L’uva ursina è considerato il rimedio più utile per la cura della cistite, e può essere assunta in diverse forme, sebbene se ne utilizzino principalmente le foglie. Il suo nome deriva dal fatto che sia molto apprezzata dagli orsi, dato che cresce spontaneamente nei boschi. L’azione dell’uva ursina per contrastare la cistite è benefica in diversi modi, che fanno di questa pianta un rimedio efficace per disinfettare le vie urinarie e combattere le infezioni della vescica, non solo la cistite: l’uva ursina grazie ai suoi principi attivi, come l’arbutina, e flavonoidi aiuta ad alleviare il bruciore, i dolori e gli spasmi, e riduce il costante bisogno di urinare, garantendo un’azione antisettica diretta. Assumere uva ursina crea una sorta di pellicola nei condotti uretrali, che impedisce l’adesione dei batteri alle pareti, e dunque facilita la loro espulsione. SI tratta dunque non di un trattamento antibiotico, ma puramente meccanico, un vero e proprio disinfettante.

È possibile consumare l’uva ursina in diversi modi, ad esempio si può assumere la tintura madre di uva ursina che aiuta ad alleviare il bruciore ed offre un’azione astringente ed antisettica per le vie urinarie, oppure farne un infuso dalle foglie. La tisana va preparata con le foglie di uva ursina (30/40 grammi per litro d’acqua) e bevuta nel corso di una giornata. L’acqua calda consente, oltre ad aumentare il consumo giornaliero di liquidi, al principio attivo di attivarsi e dunque divenire più efficace.

Prova l'Uva Ursina Formato Tisana

mirtillo rosso cistite

Mirtillo Rosso

Il mirtillo rosso o cranberry è un frutto di origine americana dalle notevoli proprietà antibatteriche, confermate anche da molti studi scientifici. Proprio grazie alle proprietà antibatteriche il mirtillo rosso aiuta ad alleviare i sintomi della cistite ed è consigliato anche per prevenirla, in quanto rende la mucosa delle vie urinarie antiaderenti ai batteri, che non riusciranno così a proliferare. Il mirtillo rosso è ricco di antocianosidi e acido citrico, dei flavonoidi dalle proprietà lenitive importanti, che aiutano a ristabilire il pH della vescica.

Per la cistite si può consumare il succo puro di mirtillo rosso. Prova anche il mirtillo rosso nella tisana frutti rossi della salute di Terza Luna.

malva cistite

Tisana di Malva

La malva è tra i più comuni ingredienti delle tisane contro la cistite. Il suo nome botanico è Malva Sylvestris, ed i suoi fiori dal colore violaceo sono utilizzati in infusione per preparare un decotto dal forte potere antinfiammatorio e lenitivo. I tannini e gli antociani della malva offrono oltre che un’azione antiossidante, anche una antinfiammatoria, e la ricchezza di mucillagini offre proprietà lenitive ed emollienti, protettive sulla mucosa urinaria.

Il decotto di malva può essere preparato impiegando i fiori o petali essiccati di malva: utilizzare 250 ml di acqua ed un cucchiaio di malva essiccata, portare ad ebollizione e dopo circa un minuto spegnere il fuoco e lasciare in infusione per circa 20 minuti.

Per contrastare la cistite è possibile bere 2/3 tazze di tisana di malva al giorno, avendo cura di consumarla lontano dai pasti.

Prova la Malva Essiccata per le Tue Tisane

camomilla cistite

Camomilla

La tisana di camomilla è un ottimo rimedio contro la cistite, essendo questa pianta un ingrediente antispastico. L’infuso di camomilla può essere impiegato per dei lavaggi intimi, che aiutano a lenire i fastidi della cistite grazie alle proprietà antisettiche e lenitive, ma anche per preparare una tisana benefica per il cuore, il cui corretto funzionamento è fondamentale per la salute dei reni e della vescica.

Preparate questa tisana da bere molto calda aggiungendo ai fiori di camomilla anche dell’iperico e della rosa: questa tisana donerà forza e calore oltre ad offrire un blando effetto sedativo e calmante, grazie alle proprietà spasmolitiche dei flavonoidi della camomilla.

Prova i Fiori di Camomilla Essiccata

calendula per cistite

Calendula

La calendula, Calendula officinalis L. è una pianta dall’azione antispasmodica, lenitiva e antimicrobica. Molte la conosceranno già perché viene spesso utilizzata per placare i dolori del ciclo mestruale. Abbiamo già visto come un infuso di calendula può essere utilizzato per le vaporizzazioni vaginali, ma se ne può utilizzare anche l’oleolito di calendula per la preparazione di degli ovuli vaginali da prendere prima di andare a dormire.

Per prepararli utilizzate 3 cucchiai di olio di cocco da cucina spremuto a freddo, 2 cucchiai di oleolito di calendula, 10 gocce di olio essenziale di camomilla. Riscaldate l’olio di cocco a bagnomaria ed aggiungete l’oleolito, fate raffreddare leggermente ed aggiungete l’olio essenziale di camomilla, mescolate a dovere e versate in un barattolo che riporrete in frigo. Con questo composto la sera create una pallina da mezzo cucchiaino ed inseritela nella vagina prima di andare a dormire. Utilizzateli due volte a settimana.

Con la calendula potete anche preparare delle tisane curative, magari abbinandola ad altre erbe benefiche ed antinfiammatorie, come la malva o l’erica, per combinarne le proprietà antimicrobiche, antispasmodiche e lenitive. Un infuso di calendula, artemisia e basilico può inoltre essere impiegato per dei bagni di vapore per il viso, utili a riequilibrare il corpo.

Prova i Petali di Calendola Essiccati

echinacea cistite

Echinacea

L’echinacea è una tipologia di piante officinali dalla spiccata azione immunostimolante, largamente apprezzata in fitoterapia per la sia capacità di aumentare la resistenza dell’organismo alle infezioni. In tal senso si può assumere la tintura madre di echinacea, importante per il sistema immunitario e per proteggerlo e raccogliere le forze: si tratta si un estratto del principio attivo della pianta, dunque molto più concentrato e potente di una tisana e più pratico da preparare, dato che può essere facilmente dispersa in gocce in un bicchiere d’acqua, e consumata facilmente anche a lavoro o fuori casa.

Prova la Tintura Madre di Echinacea

eucalipto cistite

Eucalipto

L’eucalipto è una pianta estremamente rinfrescante, emolliente ed antisettica. Si può utilizzare l’olio essenziale di eucalipto, la cui azione antibatterica è molto indicata per la cistite ed, in genere, per le infezioni delle vie urinarie, per le vaporizzazioni vaginali in particolare, per le quali è anche possibile impiegare le foglie di eucalipto essiccate.

Prova l'Eucalipto Formato Tisana

ortica per cistite

Tisana Depurativa del Fegato

Il corretto funzionamento del fegato è molto importante per assicurare la salute della vescica e prevenire le infiammazioni: un fegato che funziona bene dà infatti ai reni il calore e l’energia necessari per funzionare correttamente. Una tisana depurativa per il fegato ha infatti benefici che si ripercuotono su tutti gli organi del sistema endocrino, in quanto depura dalle tossine e fa sì che il corpo faccia meno fatica nel difendersi. La tisana depurativa per il fegato Terza Luna ha ingredienti disintossicanti, depurativi e disinfettanti tra cui carciofo, boldo, betulla, ortica, tarassaco e menta.

Prova la Tisana Depurativa per il fegato

tisana cistite

Prevenzione, Dieta e Cosa Non Mangiare Quando si ha la Cistite

Nel trattamento della cistite, ma anche nella sua prevenzione, l’alimentazione assume un ruolo cruciale. Molti si chiedono cosa mangiare e cosa non mangiare quando si ha la cistite: essendo un’infezione batterica, molto influenzata dal freddo, dall’umidità e dalla sfera emotiva, e dalle conseguenze di questi fattori sul funzionamento degli organi, si consiglia di mantenere un’alimentazione sana, ricca di alimenti riscaldanti, grounding e confortevoli. Si suggeriscono preparazioni ricche di olio e spezie riscaldanti, zuppe, cereali cotti lungamente, verdure speziate. da affiancare ad alimenti prebiotici e probiotici, che sostengano e arricchiscano la flora batterica intestinale, come kefir e kombucha.

Si consiglia inoltre di evitare cibi freddi, frutta non cotta e latticini. È inoltre importante evitare cibi troppo diuretici, che potrebbero portare i reni in affaticamento, e cibi infiammanti come caffè, alcool e zuccheri.

 

Articoli Recenti dal Blog:

Terza Luna Scritto da Terza Luna