Fiori di Sambuco: Proprietà, Usi in Cucina e Ricette

Fiori di Sambuco: Proprietà, Usi in Cucina e Ricette

Raccolta, Conservazione ed Usi Creativi in Cucina dei Fiori di Sambuco

I fiori di sambuco sono un ingrediente molto importante sia per la cucina che per la fitoterapia. La pianta del sambuco ha infatti importanti proprietà per l’organismo, ed i suoi fiori bianchi, freschi o essiccati, nella caratteristica conformazione ad ombrellino, vengono utilizzati in diversi modi: dalla preparazione di tisane e decotti benefici, ad aroma per creme e torte, a sciroppi, cocktail e liquori, il sambuco è un ingrediente versatile, aromatico e benefico per le difese immunitarie. Scopriamone le caratteristiche, come si utilizzano i fiori di sambuco in cucina e le loro proprietà.

fiori di sambuco

Fiori di Sambuco: Pianta e Storia

I fiori di sambuco (Sambucus nigra) o elderflower sono delle piccole infiorescenze di colore bianco, simili a tante stelline raccolte in ombrellini rivolti verso il basso. Il sambuco appartiene alla famiglia delle Caprifoliacee, è originario dell’Europa e del Caucaso, ed ha origini che risalgono all’antichità, quando era considerato una pianta magica. Sono infatti stati ritrovati resti di bacche di sambuco all’interno di insediamenti risalenti al neolitico, mentre testimonianze riportano come i Greci e Romani utilizzassero il legno di questa pianta per realizzare uno strumento musicale chiamato proprio “sambuca”, simile ad una piccola arpa. Addirittura, si pensa che anche il flauto magico della famosa leggenda fosse fatto di sambuco!

Sebbene del sambuco si utilizzino fiori, bacche e corteccia per diversi scopi, i fiori sono probabilmente l’elemento più conosciuto, e possono essere raccolti per l’utilizzo in cucina ed erboristeria, sia secchi che freschi. I fiori del sambuco in molti paesi simboleggiano la primavera, in quanto sbocciano tra maggio e giugno, e possono essere raccolti per i diversi scopi: è tuttavia importante fare attenzione alla specie, in quanto esistono alcune varietà di sambuco, diverse dal Sambucus nigra, velenose per l’uomo, come il Sambucus ebulus.

Per consigli sulla raccolta puoi leggere il nostro articolo di blog sulla guida alla raccolta delle erbe spontanee commestibili. In caso tu sia inerto sulla varietà dei fiori di sambuco, evita invece la raccolta e preferisci un prodotto essiccato sicuro e certificato. 

Su Terza Luna puoi acquistare i fiori di sambuco secchi in vendita online per le tue ricette ed infusioni!

Acquista i Fiori di Sambuco Essiccati

 

Proprietà dei Fiori di Sambuco

Quali sono le più importanti proprietà dei fiori di sambuco? Il sambuco è da sempre un prodotto largamente utilizzato in cucina e fitoterapia per i suoi importanti benefici. Le proprietà benefiche del sambuco erano già state registrate nei testi di medicina di Ippocrate e Plinio il Vecchio, mentre nel 1644 il dottor Martin Blochwich stese un trattato sull’utilizzo del sambuco nella cura di 70 diversi disturbi.

Se ne utilizzano sia le bacche (elderberry) che i fiori (elderflower), entrambi commestibili ed entrambi con importanti effetti sul benessere dell’organismo: basti pensare che i popoli germanici chiamavano il sambuco “la farmacia degli dei”.

I fiori di sambuco in particolare sono molto importanti a livello immunologico, e possono essere di gran supporto alla salute e al sistema immunitario durante la stagione invernale. Hanno infatti proprietà drenanti, a livello generale ed in particolare a livello polmonare, oltre che proprietà antinfiammatorie ed espettoranti: aiutano ad alleviare la tosse, il mal di gola, la febbre, la sinusite ed il raffreddore, a liberare le vie aeree, ad aumentare la secrezione bronchiale, e sono perfetti da consumare in infuso durante l’inverno per contrastare influenza e malanni stagionali, in quanto la loro dolcezza è radicante e decongestionante. I fiori di sambuco sono anche benefici per la rinite e la rinite allergica primaverile, per l’asma e per aumentare la sudorazione durante febbre ed influenza, in quanto diaforetici.

Non solo, i fiori di sambuco hanno anche proprietà diuretiche, emollienti, lassative, ematiche, depurativeantireumatiche e antinevralgiche.

L’elderflower in antichità era molto utilizzato per diversi scopi curativi e terapeutici: gli antichi Egizi ad esempio collegavano i fiori di sambuco al pianeta Venere, per la loro bellezza e candore, e li utilizzavano per preparare unguenti ed oli benefici per la cura della pelle e le rughe, grazie al potere lenitivo, emolliente e depurativo, benefico per alleviare scottature e per stimolare l’eliminazione delle impurità sebacee, per rendere la pelle morbida e curare l’acne.

Proprio per via di queste proprietà calmanti e antinfiammatorie si possono anche realizzare degli impacchi con l’infuso di fiori di sambuco da utilizzare per alleviare casi di occhi gonfi ed irritati. La tisana di sambuco è inoltre tra i rimedi naturali per la cistite, in quanto depurativa ed emolliente, mentre lo sciroppo di fiori di sambuco può essere utilizzato per fare dei gargarismi contro la tosse.

fiori di sambuco proprietà

Come Utilizzare i Fiori di Sambuco?

Cosa si può fare con i fiori di sambuco? Come abbiamo visto, a fronte delle numerose proprietà, questi fiori profumati vengono impiegati nella realizzazione di diverse preparazioni erboristiche, a partire dalla famosa tisana o infuso di sambuco, una bevanda calda portentosa nei periodi invernali per contrastare influenze e raffreddori, fino ad arrivare alle ricette di piatti e appetizer sfiziosi, profumati dalle note caratteristiche del sambuco.

Dalle frittelle, alle torte, fino ai cocktail, gli utilizzi dei fiori di sambuco sono innumerevoli, in quanto si tratta di un elemento versatile e molto diffuso nella tradizione erboristica e culinaria di diversi paesi.

Per godere delle proprietà officinali dei fiori di sambuco sarà necessario realizzare un’estrazione a partire dai fiori freschi o dai fiori di sambuco essiccati. Si sconsiglia di realizzare un decotto, in quanto i fiori sono molto delicati ed una cottura così intensa rischierebbe di bruciarli e far perdere le proprietà. Le forme di estrazione consigliate sono invece l’infuso o lo sciroppo, o ancora la tintura madre, che può essere facilmente realizzata in casa.

Queste preparazioni realizzate con i fiori di sambuco possono essere utilizzate contro tosse, sinusite, rinite, raffreddore ed influenza, ma hanno anche un potere diuretico, antinfiammatorio e lassativo. L’infuso di fiori di sambuco se assunto durante l’influenza stimola la sudorazione e favorisce l’espulsione delle tossine. L’infuso freddo si fiori di sambuco può essere utilizzato per alleviare gli occhi gonfi (ad esempio irritati dall’allergia), mediante degli impacchi lenitivi.

Lo sciroppo e la tintura madre possono invece essere preparati e conservati anche per lunghi periodi di tempo, ed utilizzati all’occorrenza, da soli o nelle tisane. Alleviano i problemi del sistema respiratorio superiore e decongestionano dal muco, calmando la tosse.

Vediamo insieme come realizzare queste preparazioni.

Su Terza Luna puoi acquistare i fiori di sambuco secchi in vendita online per le tue ricette ed infusioni!

Acquista i Fiori di Sambuco Essiccati

Tisana ai Fiori di Sambuco

La tisana ai fiori di sambuco è un’ottima bevanda da gustare calda per rinforzare le difese imunitarie. È semplicissima da preparare, con i fiori di sambuco essiccati, ed è utile a contrastare tosse, febbre, raffreddore e a decongestionare il sistema respiratorio. È utile quindi avere sempre in dispensa un barattolo di fiori di sambuco essiccati, per preparare un decotto per i periodi invernali in cui i malanni sono sempre dietro l’angolo. Vediamo come preparare la risana ai fiori di sambuco:

Ingredienti

  • Un cucchiaio di fiori di sambuco essiccati
  • 250 ml di acqua
  • Dolcificante a piacere

Procedimento

  • Mettere un cucchiaio di fiori di sambuco secchi in una tazza. Portare l’acqua a 100°C e versarla sui fiori.
  • Lasciare in infusione per 7-10 minuti.
  • Filtrare e servire la tisana calda.

Sciroppo ai Fiori di Sambuco

Lo sciroppo di sambuco è una preparazione molto versatile, utilizzato per essere bevuto da solo, per dissetarsi e rinfrescarsi ma anche per aiutare a decongestionarsi e contrastare raffreddore e febbre. Può essere preparato in grandi quantità e conservato in frigorifero anche per diversi mesi, pronto all’uso. Lo sciroppo di sambuco è molto utilizzato in pasticceria e nella panificazione, ma anche nella mixology. Vediamo come prepararlo.

Ingredienti

  • 3 tazze di acqua
  • 3 tazze di zucchero bianco
  • 100 grammi di fiori di sambuco essiccati
  • 1 cucchiaino di acido citrico

N.B. L’utilizzo dell’acido citrico non è fondamentale, ma è importante per conservare a lungo lo sciroppo (fino a due mesi). Se invece si opta per non utilizzarlo, lo sciroppo deve essere consumato entro 1 settimana-10 giorni.

Si può inoltre scegliere di utilizzare uno zucchero di canna integrale al posto dello zucchero bianco, tenendo presente che questo però andrà a coprire il sapore dei fiori di sambuco. Consigliamo dunque di utilizzare lo zucchero bianco in caso si stia realizzando uno sciroppo da utilizzare in cucina o per la preparazione di drink, e lo zucchero di canna in caso si voglia consumare lo scirioppo per scopi curativi.

Procedimento

  • Mettere in un pentolino l’acqua e lo zucchero, e scaldare senza portare ad ebollizione, mescolando per far sciogliere lo zucchero fino ad ottenere uno sciroppo omogeneo e trasparente.
  • Mettere i fiori di sambuco essiccati in un barattolo, versarvi sopra l’acqua e l’acido citrico. Mescolare a dovere e chiudere il barattolo. Riporre in frigorifero (per evitare la fermentazione) per 48 ore.
  • Trascorse le 48 ore filtrare il liquido, trasferirlo in una bottiglia e conservare in frigorifero.

Questo sciroppo è perfetto per calmare tosse e raffreddore, ma può essere utilizzato in preparazioni di pasticceria, cocktail o analcolici.

Lo sciroppo di sambuco è ad esempio notoriamente utilizzato per la preparazione del drink Hugo, un cocktail molto simile allo spritz, originario dell’Alto Adige, fresco e dissetante, oltre che molto aromatico, proprio grazie allo sciroppo di sambuco.

tisana fiori di sambuco

Tintura Madre di Sambuco

La tintura madre è un’estrazione alcolica dei principi attivi della pianta. È possibile preparare una tintura madre di fiori di sambuco in casa in modo molto semplice, per utilizzarla all’interno di tisane ed infusi così da godere delle proprietà del sambuco. Vediamo come prepararla.

Ingredienti

  • 90 grammi di fiori di sambuco
  • 360 ml di alcol a 60°

Procedimento

  • Lasciare in macerazione i fiori nell’alcol per 2-3 settimane, per consentire l’estrazione dei principi attivi della pianta.
  • Filtrare molto bene.
  • Metodo di assunzione: un paio di gocce in una tisana o in un cucchiaino di miele.

Su Terza Luna puoi acquistare i fiori di sambuco secchi in vendita online per le tue ricette ed infusioni!

Acquista i Fiori di Sambuco Essiccati

Utilizzi in Cucina

I fiori di sambuco vengono consumati freschi, oppure vengono essiccati per essere utilizzati in cucina all’interno di diverse ricette, dai cordiali, ai cocktail, ma anche marmellate, decotti, frittelle, pancake e torte. Questi fiori possono infatti aromatizzare qualunque pietanza con un profumo e delle note intense e floreali, dalle insalate, alle macedonie, alle bevande, fino alle focacce, pane e plumcake. In Sicilia è molto famoso il pani cu Savacu, con i fiori di sambuco, e la focaccia detta vastedda, tipicamente mangiata nel periodo di Pasqua. Queste panificazioni sono perfette per accompagnare salumi e formaggi, grazie al gusto particolarmente delicato e leggero.

Generalmente per le preparazioni culinarie si utilizza un estratto di fiori di sambuco, ad esempio uno sciroppo o decotto, oppure in alternativa i fiori interi, essiccati o pressati.

È sempre preferibile utilizzare i fiori essiccati, o freschi ma cotti, in quanto da crudi potrebbero essere leggermente tossici, causando nausea e diarrea. Generalmente, l’utilizzo più diffuso è proprio quello dello sciroppo, che può a sua volta essere impiegato in innumerevoli preparazioni sia dolci che salate, ma sono moltissimi anche i liquori ed i cordiali preparati con questi fiori edibili, a partire dalla famosa sambuca sino al St. Germain. Il sambuco si sposa inoltre molto bene con sapori aciduli come il limone e l’aceto, che possono essere utilizzati per condirli. Vediamo alcune delle più creative ed interessanti ricette con i fiori di sambuco.

Fiori di Sambuco Fritti in Pastella

Una delle ricette più classiche con protagonista il sambuco sono i fiori di sambuco fritti. Vi sarà forse capitato di vedere immagini di questi fiori bianchi in pastella, spesso coperti di zucchero: i fiori di sambuco fritti sono una vera golosità, soffici e golosi, possono essere realizzati sia salati, da gustare come aperitivo o antipasto, che dolci, per un dessert caldo e fragrante. Si utilizzano i fiori interi, che vengono immersi nella pastella dal gambo e fritti in burro o olio.

Per realizzare queste frittelle di sambuco potete preparare una pastella utilizzando acqua frizzante o birra, e scegliere se impiegare le uova o prepararne una versione vegana senza. Noi vi proponiamo una ricetta vegana, per dei fiori di sambuco fritti che possano essere gustati proprio da tutti!

Ingredienti

  • 8 fiori di sambuco freschi
  • 50 grammi di farina 00
  • 120 ml di acqua frizzante
  • Olio per friggere
  • Zucchero a velo

Procedimento

  • Preparare una pastella mischiando energicamente la farina e l’acqua frizzante.
  • Immergere i fiori già lavati ed asciugati nella pastella e friggere in olio caldo.
  • Una volta dorati scolarli ed asciugarli su un foglio di carta assorbente.
  • Servire caldi con una spolverata di zucchero a velo.

fiori di sambuco friti

Pancake ai Fiori di Sambuco

I pancake ai fiori di sambuco sono una colazione golosa e profumatissima. Questi morbidi pancake possono essere mangiati da soli, coperti da zucchero a velo, o accompagnati da creme e marmellate. Vediamo come prepararli.

Ingredienti

  • 300 grammi di farina
  • 70 grammi di zucchero di canna
  • Mezza bustina di lievito per dolci
  • 400 ml di bevanda vegetale (latte di soia o avena)
  • 50 ml di olio
  • 5 cucchiai di fiori di sambuco essiccati

Procedimento

  • Mischiare in una ciotola la farina, lo zucchero, il lievito. Aggiungere l’olio ed il latte ed amalgamare fino ad ottenere una pastella liscia ed omogenea. Aggiungere i fiori di sambuco.
  • Scaldare una padella su fuoco moderato, ungerla con dell’olio, versare un mestolo di impasto per i pancake. Quando si formeranno le classiche bolle sulla superficie, girare il pancake per cuocerlo da entrambi i lati. Rimuoverlo e ripetere il procedimento fino ad esaurire l’impasto.
  • Servire caldi con marmellata, sciroppi o zucchero a velo.

Aceto al Sambuco

Con i fiori di sambuco essiccati si può preparare un aceto aromatizzato da utilizzare su insalate, verdure o per la preparazione di salse e condimenti. L’aceto aromatizzato è un ottimo metodo per estrarre i principi attivi delle piante, e l’aceto aromatizzato al sambuco è un modo perfetto per godere delle proprietà benefiche dei fiori di sambuco. Vediamo come prepararlo:

Ingredienti

  • Aceto di mele o di kombucha
  • Fiori di sambuco

Procedimento

  • Lasciare macerare i fiori essiccati di sambuco in aceto per 20-40 giorni.
  • Filtrare e conservare a temperatura ambiente.

fiori di sambuco cocktail

Hugo: Cocktail con i Fiori di Sambuco

L’Hugo è un tipico aperitivo dell’Alto Adige preparato con lo sciroppo di fiori di sambuco. È molto simile allo spritz, ma ha un sapore dolce e leggero. Vediamo come prepararlo.

Ingredienti

  • 4 cucchiai di sciroppo di sambuco
  • Foglie di menta
  • 300 ml di prosecco
  • 150 ml di acqua frizzante
  • Un lime

Procedimento

  • Mettere le foglie di menta nei bicchieri e pestarle.
  • Aggiungere lo sciroppo di sambuco, l’acqua frizzante, il prosecco e qualche goccia di succo di lime.
  • Servite con qualche cubetto di ghiaccio.

Focaccia con i Fiori di Sambuco

La focaccia aromatizzata ai fiori di sambuco è una ricetta tipica della tradizione calabrese, dove viene detta “pitta cu ru maju”. Questa focaccia è molto profumata e perfetta per picnic e pranzi in campagna. La ricetta è molto semplice, e permette di utilizzare i fiori di sambuco freschi o secchi. Vediamo il procedimento.

Ingredienti

  • 500 g di farina (metà integrale, metà 0)
  • 350 ml di acqua
  • 7 g di lievito di birra
  • Olio di oliva
  • 10 g di sale
  • 100 g di fiori di sambuco

Procedimento

  • Setacciare la farina, unire il lievito di birra sbriciolato. Versare a filo l’acqua tiepida, continuando a mescolare fino ad amalgamare il tutto. Aggiungere sale ed olio e continuare ad impastare.
  • Lasciare riposare l’impasto per 15 minuti affinché lieviti, accertandosi di coprirlo con un canovaccio umido. Impastare e lasciare riposare ancora per 15 minuti. Ripetere per tre volte questo procedimento, aggiungendo i fiori di sambuco nell’ultima. Lasciar lievitare ancora per 2 ore.
  • Stendere l’impasto in una teglia, cospargerlo di olio creando dei buchi con le dita. Cuocere a 180° per mezz’ora.

 

I fiori di sambuco possono essere quindi utilizzati in svariati modi. Provate ad aggiungerli ad impasti come quelli di biscotti, focacce e frittelle, ad utilizzarli nelle creme, gelati e panna cotta, a realizzare una marmellata ai fiori di sambuco o a farli macerare nell’acqua per una semplice e rinfrescante acqua aromatizzata al sambuco. Potete anche utilizzarli semplicemente come decorazione, spargendoli su piatti di pasta, torte o in cocktail e drink analcolici.

Che Sapore Hanno i Fiori di Sambuco?

I fiori di sambuco sono molto utilizzati per le proprietà curative in cucina ed erboristeria, ma in realtà costituiscono anche un ingrediente interessante per sapore e consistenza. Il sapore dei fiori di sambuco è infatti delicato, dolciastro e floreale, leggermente erbaceo, ma nulla a che vedere con altri fiori edibili! I fiori di sambuco sono in fatti molto più dolci di quanto ci si possa aspettare, con un retrogusto leggermente muschiato e amarognolo, simile ai lychee o all’amaretto, e sono ottimi per ripulire il palato grazie ad una nota leggermente aspra.

Come Conservare i Fiori di Sambuco?

I fiori di sambuco freschi possono essere raccolti presto al mattino, e fatti essiccare. I fiori di sambuco essiccati devono essere conservati in un barattolo, in un luogo fresco e asciutto e lontano dalla luce.

Controindicazioni del Sambuco

I fiori di sambuco essiccati sono sicuri e possono essere utilizzati per preparare ricette e tisane gustose e benefiche per l’organismo. In caso si utilizzino fiori di sambuco raccolti da sé è importante accertarsi di cuocerli e non consumarli freschi poiché potrebbero provocare nausea e mal di stomaco, nonché diarrea. È importante inoltre accertarsi di aver raccolto effettivamente fiori di sambuco in quanto esistono altre specie simili che sono però velenose.

Dove Trovare i Fiori di Sambuco?

I fiori di sambuco possono essere raccolti in diverse zone dell’Italia. Vengono raccolti a maggio, e solitamente al mattino, ma è molto importante conoscere a fondo la pianta, in quanto ne esistono specie simili e velenose per l’uomo. Vi consigliamo di leggere la nostra guida alla raccolta delle erbe spontanee commestibili, per alcuni trucchi e consigli sulla raccolta delle piante.

Su Terza Luna potete trovare invece i fiori essiccati di sambuco, in vendita online ad un prezzo eccezionale. I fiori di sambuco essiccati possono essere utilizzati per la preparazione di tisane, infusi, sciroppi, tinture madri, pancake, marmellate, biscotti e molto altro, oltre che come decorazione ed ingrediente per cocktail e analcolici. Sono un ingrediente certificato e di prima qualità, per offrire ai vostri piatti una nota dolce e floreale e per preparare i vostri infusi contro febbre e influenza.

Su Terza Luna puoi acquistare i fiori di sambuco secchi in vendita online per le tue ricette ed infusioni!

Acquista i Fiori di Sambuco Essiccati

 

Articoli Correlati

Terza Luna Scritto da Terza Luna