Aceto Aromatizzato: Le Ricette per Farlo in Casa

Aceto Aromatizzato: Le Ricette per Farlo in Casa

Aceto Aromatizzato con Erbe, Spezie e Fiori: Tutte le Ricette

L’aceto viene spesso visto solo come un condimento che sulla tavola accompagna olio e sale: in realtà si tratta di un ingrediente dalle straordinarie proprietà organolettiche e benefiche che può essere aromatizzato e arricchito con i sapori più diversi ed impreziosito con aromi e profumi, non solo per condire le insalate, ma anche per rendere più interessanti e raffinati i piatti che lo includono, dalle maionesi ai chutney, alle verdure caramellate, alle salse, alla sfumatura per le carni. Vediamo insieme come preparare l’aceto aromatizzato in casa in pochi minuti e quali ingredienti aggiungere per delle ricette di aceti particolari e gourmet che possano essere al contempo benefici per l’organismo.

aceto aromatizzato

Preparare l’Aceto Aromatizzato in Casa

Recentemente sono sempre più diffusi in commercio aceti aromatizzati con frutta ed erbe; dagli aceti con fragole e lamponi a quelli con fiori e piante particolari, bottiglie raffinate che aggiungono un tocco in più alla tua tavola e ai puoi piatti, rendendo anche delle semplici insalate delle vere e proprie creazioni gourmet, e che possono diventare anche un’ottima idea regalo.

In realtà preparare l’aceto aromatizzato in casa è semplicissimo, e chiunque può farlo in modo rapido ed immediato, senza bisogno di strumenti particolari, personalizzando questo prezioso ingrediente con le proprie erbe aromatiche o spezie preferite e dando quel tocco in più che lo renderà un elemento caratteristico per tutti i piatti a cui viene aggiunto…ma non solo! L’aceto, di per sé ricco di proprietà probiotiche, diventa un vero toccasana quando arricchito con erbe medicali, tanto che si può parlare di veri e propri aceti ‘medicalizzati’.

Gli aceti aromatici possono essere preparati con erbe fresche ma anche essiccate, spezie, fiori e frutti, aromi avanzati che non sappiamo come utilizzare e che possono acquisire nuova vita nell’aceto grazie alla facilità con cui questo elemento assorbe gli aromi. L’aromatizzazione dell’aceto è di fatto una forma di estrazione e conservazione dei principi attivi delle piante e spezie che vengono poste a macerare in esso. Di fatto l’estrazione in aceto è molto più efficace dell’estrazione in acqua da cui si ottengono le tisane, in quanto un’estrazione in acqua avrà un pH alcalino e sarà soggetta all’attacco di batteri, dunque non potrà essere conservata molto a lungo fuori ma anche dentro il frigo.

L’estrazione in aceto, invece, consente di estrarre in modo efficace il principio attivo della pianta e di conservarlo a lungo in quanto il pH acido (circa 2,9) rende l’aceto un solvente ideale per la diffusione all’interno del materiale vegetale con principi attivi solubili. Pertanto l’aceto aromatizzato non è solo un ottimo ingrediente da preparare con le piante più interessanti e aromatiche, ma un modo per conservare nel tempo le proprietà di una pianta, assumendolo per goderne dei benefici per l’organismo.

Ad esempio si può preparare un aceto aromatico al rosmarino per aromatizzare le insalate d’estate, ma allo stesso tempo lo si può assumere per i suoi benefici, in quanto consente di godere in modo efficace delle proprietà energizzanti e depurative del fegato del rosmarino.

Acquista le Erbe Aromatiche Essiccate su Terza Luna

Come Aromatizzare l’Aceto? La Ricetta Base

La preparazione in casa dell’aceto aromatico è molto semplice, e segue lo stesso metodo di estrazione che si voglia arricchirlo con erbe, piante, spezie o altri ingredienti.

Per prepararlo vi occorreranno:

  • Aceto
  • Spezie o Erbe Aromatiche
  • Un Barattolo Ermetico di Vetro
  • Colino o Garza per Filtrare

Le dosi sono variabili, in quanto dipendono dall’aromaticità effettiva delle erbe, dai tempi di infusione e dalla grandezza del barattolo utilizzato. Generalmente si pongono le erbe o spezie in un barattolo rigorosamente di vetro, che va riempito con l’aceto fino a coprire tutte le erbette. Il barattolo va chiuso e lasciato per 3-4 settimane in un luogo fresco e lontano dalla luce diretta per far macerare le erbe e gli aromi. Dopo che sarà trascorso questo tempo di estrazione l’aceto può essere filtrato, ed avremo il nostro aceto aromatizzato che può essere conservato a temperatura ambiente per diversi mesi. I tempi di estrazione sono anch’essi indicativi: si suggerisce di assaggiare l’aceto di tanto in tanto, regolandosi in base al proprio gusto su quando rimuovere gli aromi.

Quale Aceto Scegliere per L’Aceto Aromatizzato Fatto in Casa?

Il bello di questa preparazione è la possibilità di scegliere gli ingredienti che si preferiscono, e realizzare aceti particolari ed insoliti. Per quanto riguarda l’aceto base da utilizzare, si può scegliere un aceto di mele, adatto alle erbe, un aceto di vino artigianale, un aceto di riso più delicato, o anche un aceto di kombucha. Qualsiasi aceto si scelga, l’importante è utilizzare un aceto non pastorizzato, in quanto questo conserverà i probiotici della fermentazione, e dunque l’aceto aromatizzato non avrà solo i principi attivi delle piante ma anche le proprietà dell’aceto.

aceto aromatizzato fatto in casa

Quali Aromi Utilizzare?

Come detto, si possono scegliere i propri aromi preferiti, spezie, erbette, frutti e fiori per creare delle ricette di aceto aromatizzato da usare per condire i propri piatti o come base per salse, brasati e caramellizzazioni. L’estrazione in aceto consente anche di conservare le nostre piante da giardino quando non sappiamo più come utilizzarle e non vogliamo sprecarle. L’aceto può essere aromatizzato con:

  • Erbe: come rosmarino, timo, dragoncello, salvia, menta, basilico, prezzemolo, erba cipollina, origano, maggiorana;
  • Fiori: come fiori di sambuco, rosa, lavanda;
  • Frutta: fresca come lamponi, mirtilli, more, limoni, arancia o albicocche e prugne secche;
  • Spezie: come cumino, zenzero, chiodi di garofano, anice stellato, cannella, pepe in grani, aglio, cipolla, peperoncino.

 

Scegli gli aromi per il tuo aceto tra i semi, le spezie e i pepi in vendita su Terza Luna

 

Ricette di Aceti Aromatizzati

Di seguito vogliamo proporvi alcune ricette di aceti aromatizzati ottime non solo in cucina, ma anche per le loro proprietà terapeutiche, attingendo alla tradizione di questa preparazione e alle migliori erbe e spezie in vendita anche su Terza Luna.

Fire Cider: Aceto Aromatizzato alle Erbe

Il fire cider è il padre degli aceti aromatizzati, un’infusione a base di erbe riscaldanti resa popolare negli anni ’70 che supporta il sistema immunitario, ottima in inverno per arricchire le pietanze ma supportare il corpo contro il raffreddore, stimolare la digestione e tonificare nelle giornate fredde. Non è dunque solo un ottimo ingrediente, ma anche un rimedio erboristico semplice da realizzare con ingredienti facilmente reperibili. Vediamone la ricetta.

Ingredienti

Preparazione

  • Inserite gli ingredienti in un contenitore di vetro grande e coprite con aceto di mele non pastorizzato bio. Se volete potete sperimentare anche con un aceto di kombucha.
  • Lasciate a macerazione per 4 settimane e poi filtrate. Successivamente aggiungete 1/3 di miele.
  • Una volta ultimato, si conserva in una bottiglia scura e si consumano 1 o 2 cucchiaini in acqua calda o come dressing per le insalate.

 

Aceto Aromatizzato con Adattogeni

Questo aceto è un ottimo dressing aromatizzato con piante adattogene, importantissime per supportare l’organismo nei momenti di stress. Puoi approfondire le proprietà degli adattogeni nel nostro articolo sulle piante rilassanti e antistress.

Ingredienti

Preparazione

In un barattolo inserire il tulsi, lo zenzero e la rodiola, coprire con aceto di mele, chiudere il barattolo e lasciare in macerazione per un mese in luogo asciutto e non esposto alla luce. Trascorso questo tempo filtrare con un colino o canovaccio. Questo aceto aromatizzato è ottimo da utilizzare per condire le pietanze più diverse, ma si può anche assumere per goderne semplicemente delle proprietà, mescolando 3-4 cucchiaini di aceto aromatizzato ad un bicchiere di acqua tiepida o fredda, aggiungendo del miele se non si sopporta la nota troppo acetica.

aceto aromatizzato

Aceto Aromatizzato con Salvia e Jalapeño

Questo aceto aromatizzato con salvia e peperoncino jalapeño  è molto particolare, e può essere utilizzato per impreziosire le pietanze ma anche per preparare cocktail e drink estivi. Vediamo come realizzarlo:

Ingredienti

Preparazione

Mettere in un barattolo la salvia ed il peperoncino, coprire con l’aceto e chiudere il barattolo. Far macerare per tre giorni e successivamente filtrare. Utilizzare l’aceto sulle insalate, per una nota balsamica e piccante, o nei drink.

 

Aceto Aromatizzato con Calendula, Ros,a Menta e Lavanda

Questo aceto aromatizzato con fiori ed erbette è l’ideale per rinfrescare e rinforzare i capelli, e può essere utilizzato dopo lo shampoo, spruzzandolo con uno spruzzino senza bisogno di risciacquare.

Ingredienti

Preparazione

Mettere in un barattolo tutte le erbe ed i fiori, coprire con l’aceto. Lasciare macerare per tre settimane, dunque filtrare e trasferire in uno spruzzino. Utilizarlo sui capelli dopo lo shampoo ed il balsamo, massaggiandolo e non risciacquando. Gli aceti per capelli sono prodotti di bellezza molto validi e possono essere preparati con diverse erbe.

 

Aceto Aromatizzato al Miele o Oxymel

Gli aceti aromatizzati al miele, detti oxymel, sono delle preparazioni simili ad uno sciroppo dal sapore acido ma al contempo dolce, preparati con aceto, miele ed erbe aromatiche. Sono ottimi per arricchire i piatti con un tocco particolare, ma anche per migliorare condizioni respiratorie come raffreddore e allergie. Ve ne suggeriamo una versione benefica per l’allergia, con elicriso e timo.

Ingredienti

Preparazione

Riempire il barattolo per 1/3 di miele, aggiungere le erbe fino a metà del barattolo e successivamente coprire il tutto con l’aceto. Mescolare e lasciare a macerare, affinchè avvenga l’estrazione. Sia il miele che l’aceto sono preservanti, e pertanto conservano il principio attivo delle piante. Questo aceto con elicriso e salvia è ottimo ad esempio per contrastare raffreddore e allergie e può essere aggiunto ai piatti o preso con un cucchiaino sciolto in acqua tiepida al mattino quando si è congestionati o raffreddati.

 

Articoli Correlati

Terza Luna Scritto da Terza Luna