Bubble Tea: Cos'è e Come Prepararlo

Bubble Tea: Cos'è e Come Prepararlo

I Segreti e La Ricetta per Preparare il Bubble Tea in Casa

Il bubble tea, una gustosa bevanda ideata a Taiwan negli anni ottanta, è diventato ormai una tendenza diffusa nelle capitali e grandi città di tutto il mondo. Ma cos’è esattamente, e cosa lo rende così speciale? Gli elementi fondamentali del bubble tea sono una base di tè zuccherato, latte vaccino o vegetale, e le famose perle di tapioca, tuttavia questa bevanda si presta ad essere rivisitata mediante l’utilizzo dei diversi tipi di tè e arricchita con ingredienti insoliti e divertenti, versatilità che ha contribuito alla nascita di numerosi negozi specializzati in bubble tea, anche in Italia, che lo offrono nei gusti più diversi. In questo articolo scopriamo insieme le caratteristiche di questa bevanda orientale e vediamo come preparare un bubble tea fatto in casa proprio come lo potresti ordinare nelle strade di Taiwan. 

bubble tea

Bubble Tea: Cos’è e Origine

Il bubble tea (波霸奶茶), conosciuto anche come boba tea o nǎichá, è una bevanda originaria di Taiwan, creata intorno agli anni ottanta, che nel tempo si è diffusa in tutto il mondo, prima negli Stati Uniti e poi in Europa, diventando un drink da strada molto trendy e goloso, una delle ultime tendenze in ambito beverage, ricreato in diverse varianti e gusti da qualche anno anche in Italia, dove stanno nascendo sempre più negozi dedicati al bubble tea.

Ma che cos’è il bubble tea? Si tratta di una bevanda dissetante e gustosa a base di tè di diverse varietà, a cui possono essere aggiunti latte o panna, aromi vari ed eventualmente zucchero. La caratteristica principale dei boba tea sono però le famose “palline” o “perle” di tapioca, dalla consistenza gelatinosa, che si depositano sul fondo e fanno del bubble tea un vero e proprio tè mangia e bevi, da sorseggiare con le specifiche cannucce larghe abbastanza da consentire il passaggio delle palline. Non si sa precisamente chi abbia inventato il bubble tea, ma si è inizialmente diffuso a Taiwan sia nella versione calda che fredda, sebbene negli anni quella fredda sia diventata la più famosa e consumata.

Com’è Fatto il Bubble Tea?

Il bubble tea viene preparato, nella sua ricetta originale, con tè nero, latte e perle di tapioca, il cosiddetto black pearl milk tea. Nel tempo tuttavia sono state sperimentate diverse varietà e gusti della bevanda taiwanese: dall’utilizzo di diversi tipi di tè, di latte, ai diversi gusti delle perle di tapioca o alla loro sostituzione con cubetti di gelatina, pezzi di frutta o “popping boba”, le sfere colorate e gelatinose che scoppiano in bocca rilasciando uno sciroppo fruttato, all’aggiunta di aromi come vaniglia o spezie, esistono tantissimi negozi di bubble tea in Italia e all’estero che ne propongono ricette sempre nuove, mescolando la tradizione dolciaria europea con la cultura del tè orientale.

In questo articolo vogliamo però insegnarvi a preparare il bubble tea in casa, per rinfrescarvi nelle giornate più calde dell’estate con un drink divertente, goloso e dissetante. Vi proponiamo la ricetta del bubble tea originale, con tè, latte e perle di tapioca che prepareremo da zero, assieme ad alcune varianti divertenti e particolari con ingredienti diversi.

Sei un grande appassionato di tè? Visita il nostro Negozio di Tè Online!

Abbiamo selezionato oltre 700 prodotti di finissima qualità scelti tra decine di produttori sparsi in tutto il mondo. Terza Luna è il punto di riferimento per tutti gli appassionati di tè, erbe e spezie. 

SCOPRI I TÉ TERZA LUNA

Ingredienti del Bubble Tea

Come abbiamo visto il bubble tea viene realizzato con 4 ingredienti principali: il , le perle di tapioca, il latte ed un dolcificante. Vediamo meglio come variare questi ingredienti, quali tè e tipi di latte sono più indicati, ed alcune idee interessanti per rendere il vostro bubble tea ancora più goloso.

Il Tè da Utilizzare

I bubble tea possono essere preparati utilizzando diverse varietà di tè. Generalmente si utilizza un tè nero, un tè verde o un Oolong, o tè aromatizzati come l’Earl Grey, ma una delle versioni divenute più popolari negli anni è il bubble tea con il tè matcha, una variante molto europea. Grazie alla popolarità di questo drink e alla sua diffusione nelle più grandi città di tutto il mondo, che si sono riempite di piccoli bubble tea shop, vengono tuttavia sperimentati tè di qualunque tipo, aromatizzati, speziati, con aggiunta di frutti, fiori ed erbe. I tè più consigliati sono comunque dei tè piuttosto robusti, che riescano ad esprimere il proprio sapore nonostante la ricchezza di questa preparazione, come un tè al gelsomino o un tè al litchi, o un tè aromatizzato alla frutta fresca, come la pesca o il frutto della passione. Visita la sezione di tè sfusi Terza Luna e scegli il tuo tè preferito. Noi suggeriamo l’Earl Grey Bio, il Lychee Grean Pearls o il tè al Gelsomino Jasmin.

 

Perle di Tapioca ed Altri Topping

Le perle di tapioca, le “bubbles” o bolle che danno il nome al bubble tea sono, come abbiamo visto, un elemento fondamentale dei tè boba. Sono in molti a chiedersi di cosa siano fatte le perle di tapioca. Si tratta di palline gelatinose realizzate con l’amido di tapioca, una farina priva di glutine che si ricava da una lavorazione della manioca, una radice originaria del Sud America e nota come yucca. L’amido di tapioca viene incorporato ad uno sciroppo zuccherato, a realizzare un impasto modellabile in palline, che vengono fatte bollire a lungo e conservate in uno sciroppo di zucchero.

Solitamente il colore delle perle di tapioca è bianco o nero (dovuto allo zucchero di canna), ma grazie alle diverse ricette di bubble tea sperimentate negli anni, esistono palline di tapioca di diversi colori, aromatizzate ad esempio con curcuma, polvere di butterfly pea flower o tè matcha. Sebbene siano l’elemento caratteristico di questa bevanda, nelle varie declinazioni del bubble tea spesso le perle di tapioca vengono sostituite con altri elementi sorprendenti e gustosi. In molti casi ad esempio si utilizzano al posto della tapioca le popping boba, delle perle trasparenti che in bocca esplodono rilasciando uno sciroppo dal gusto dolce e fruttato. Anche queste come le perle di tapioca si depositano sul fondo del bicchiere e possono essere succhiate con l’apposita cannuccia larga. In altri casi si utilizzano dei cubetti di gelatina, la quale può essere aromatizzata a piacimento, o ancora, per una versione più sana e meno calorica, dei pezzetti di frutta o bacche come mirtilli, lamponi, fragole surgelate, banana, melone o frutto della passione, ma anche mango, ananas, kiwi o guaiava.

Latte

L’aggiunta di latte al bubble tea è facoltativa, sebbene sia un elemento presente in molte delle ricette originali. Proprio come la scelta del tè anche quella del latte è soggetta esclusivamente alle preferenze di ognuno. In Taiwan è molto utilizzato il latte di soia, ma potete scegliere anche un normale latte vaccino, una bevanda vegetale di altro tipo, come latte di cocco, di mandorla o di riso, che renderà il bubble tea più dolce, o per i più golosi, c’è l’opzione di aggiungere latte condensato o panna al vostro drink, che diventerà un vero e proprio dessert!

bubble tea preparazione

Ricetta del il Bubble Tea Fatto in Casa

Il bubble tea può essere preparato facilmente in casa secondo la ricetta originale. Non è necessario dunque cercare un negozio specializzato, dove il costo del bubble tea può essere anche molto elevato. Basterà procurarsi gli ingredienti giusti, scegliere il proprio tè preferito, la bevanda vegetale e l’aromatizzazione per le perle di tapioca, che impareremo a realizzare da zero. Se siete curiosi di assaggiare il bubble tea, o volete divertirvi a prepararlo con gli amici, seguite la nostra ricetta passo passo e scatenate la vostra fantasia, sperimentando con aggiunte di aromi, sciroppi dolci e frutta.

Ingredienti per il Bubble Tea

Per le Perle di Tapioca (Boba Pearls)

  • 50 grammi di zucchero di canna
  • 60 grammi di acqua
  • 100 grammi di tapioca setacciata

Per il Tè:

  • 1 Cucchiaio di Tè sfuso in foglie
  • 400 ml di Acqua
  • 100 ml di Bevanda Vegetale o Latte
  • Ghiaccio
  • Zucchero (facoltativo)

Procedimento

  • Realizzare le perle di tapioca. In un pentolino unire l’acqua e lo zucchero di canna. Scaldare a fuoco medio, mescolando per sciogliere lo zucchero.
  • Portare ad ebollizione la miscela di acqua e zucchero. Se si vogliono ottenere delle boba pearls colorate in questa fase si può aggiungere del colorante alimentare.
  • Non appena il liquido raggiunge il bollore, togliere il pentolino dal fuoco e aggiungere 3-4 cucchiaini di amido di tapioca. Mescolare energicamente, per sciogliere completamente l’amido nel liquido.
  • Riportare il composto sul fuoco a fiamma medio-bassa, mescolando velocemente e costantemente. Se l’impasto si scalda troppo velocemente lo si può togliere momentaneamente dal fuoco, continuando a mescolare per temperare il calore.
  • La miscela inizierà ad addensarsi, formando una massa gelatinosa entro 2-3 minuti. Aggiungere il resto dell’amido di tapioca a questo impasto, incorporandolo al meglio per ottenere un composto uniforme e malleabile.
  • Rovesciare l’impasto su una superficie di lavoro pulita e liscia. Non preoccuparsi se l’impasto presenta grumi o amido di tapioca secco, questi scompariranno man mano che si impasta. N.B: L’impasto sarà molto caldo, quindi fare attenzione quando lo si maneggia a non scottarsi.
  • Lavorare l’impasto finché è caldo, ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo, ancora morbido e leggermente appiccicoso. Impastare velocemente, poiché l’impasto si indurirà man mano che si raffredda e diventerà difficile da modellare.
  • Avvolgere l’impasto in della pellicola trasparente ed attendere finché non raggiungerà la temperatura ambiente. In alternativa potete lavorare l’impasto anche quando è ancora caldo.
  • Spolverare il piano di lavoro con dell’amido di tapioca e stendete l’impasto fino a raggiungere uno spessore di poco più di mezzo centimetro.
  • Tagliare l’impasto in strisce larghe 1 cm in una direzione, e successivamente nella direzione perpendicolare, formando dei quadrati di impasto laghi 1x1 cm. Si può anche utilizzare una griglia di raffreddamento per imprimere il pattern sull’impasto, da usare come guida per il taglio. Coprire i quadrati tagliati con della pellicola trasparente.
  • Riempire una ciotola con dell’amido di tapioca e tenerla da parte. Iniziare a creare delle palline dai quadratini di impasto (mantenete il resto dei quadratini sotto la pellicola, in quanto l’impasto tende a ad asciugarsi rapidamente se esposto all’aria). Mettere ogni pallina nella ciotola di amido di tapioca, muovendola per ricoprire la pallina di amido.
  • Ripetere questo processo per tutti i quadratini di pasta. Questo è il passaggio della ricetta che richiederà più tempo.
  • In caso i quadratini di impasto si secchino e non riescano a formare delle palline o sviluppino crepe, ci si possono bagnare leggermente le dita per inumidire l’impasto, che diventerà più facile da modellare.
  • Una volta trasformati tutti i quadretti di impasto in palline e ricoperte di amido di tapioca, disporle di una teglia e lasciarle asciugare per 4 ore. Questo permetterà di conservare a lungo le perle di tapioca.
  • Ad intervalli di un’ora, con il palmo della mano, arrotolare leggermente le palline sulla superficie della teglia. Dopo 4 ore le palline dovranno essere sode e rimanere belle e rotonde. A questo punto possono essere cotte per realizzare il bubble tea, oppure conservate in contenitori ermetici, o sigillate sottovuoto e congelate.
  • Per cucinare le perle di boba, occorreranno almeno 4-5 tazze di acqua per ogni tazza di perle di tapioca, ovvero per 4-5 volte il loro volume. La ricetta fornita produrrà circa una tazza di perle, che dovrebbe essere sufficiente per circa 6 drink.
  • Portare ad ebollizione l’acqua, versare le perle di tapioca. Iniziate subito a mescolare per evitare che le perle si attacchino l’una all’altra. Quando le perle di boba vengono a galla, lasciarle cuocere per altri 30-40 minuti, mescolando di tanto in tanto, finché non inizieranno a diventare traslucide in superficie.
  • Rimuovere la pentola dal fuoco, coprirla e lasciare riposare le perle di tapioca per 15-20 minuti, fino a che non saranno completamente lucide in superficie. Il tempo di cottura è variabile in base alla grandezza delle perle e a quanto l’impasto è asciutto. Il liquido di cottura potrebbe essere molto denso in questa fase.
  • A questo punto usare una schiumarola per rimuovere le perle di tapioca dal pentolino e trasferirle in una ciotola con acqua fredda. Lasciarle riposare in acqua per qualche minuto.
  • Mettere da parte le perle di boba e preparare lo sciroppo di zucchero di canna. In una casseruola pulita aggiungere lo zucchero di canna e l’acqua. Cuocere a fuoco medio, mescolando con una spatola per sciogliere lo zucchero, quindi portare a bollore.
  • Far bollire il composto fino a che non si raggiunge la densità desiderata, successivamente usando la schiumarola rimuovere le perle di tapioca dall’acqua fredda e trasferirle nella casseruola con lo sciroppo di zucchero.
  • Riportare il tutto a bollore e far cuocere ancora, per far addensare lo sciroppo, per 2-3 minuti. Togliere la casseruola dal fuoco e trasferire il liquido in un barattolo di vetro. Le perle di boba hanno una migliore consistenza quando calde, poiché tendono a indurirsi quando si raffreddano.
  • Preparare il tè in infusione a freddo o a caldo. Per l’infusione a freddo occorrerà preparare il tè circa 4-6 ore prima, mettendo il tè sfuso in acqua a temperatura ambiente. Per l’infusione a caldo, invece, scaldate l’acqua portandola alla giusta temperatura per il tè prescelto. Potete leggere tutti i segreti della preparazione del tè freddo nell’articolo dedicato.
  • In entrambi i casi mettete il tè in uno shaker con il latte di vostra preferenza, un dolcificante e ghiaccio, se lo si desidera. Sharkerare con forza, così da raffreddare velocemente il tè ed impedirne l’ossidazione. Se si vuole una consistenza più densa è possibile frullare tutti gli ingredienti, incluso il ghiaccio.
  • Mettere in un bicchiere un cucchiaio di perle di boba con il loro sciroppo zuccherato, versare il tè shakerato al latte e guarnire a piacere.

Ecco pronto il vostro bubble tea, da gustare con una cannuccia o un cucchiaino!

Non sai quale tè utilizzare per il tuo bubble tea? Scopri la selezione di Terza Luna!

Scegli il tuo Tè Terza Luna

bubble tea

Bubble Tea con Perle di Matcha

Per una versione più divertente e aromatica, si può realizzare un bubble tea con delle perle al matcha di colore verde. Vediamo come prepararlo:

Ingredienti

  • 50 grammi di zucchero
  • 60 grammi di acqua
  • 5 grammi di Matcha Japan Bio
  • 95 grammi di amido di tapioca

Procedimento

La preparazione delle perle di boba al matcha è identica alla preparazione delle normali perle di tapioca. L’unica accortezza è quella di utilizzare 5 grammi di amido di tapioca in meno, essendo il matcha una polvere che andrà mescolata all’amido di tapioca prima di essere aggiunto allo sciroppo di zucchero, riportando il quantitativo di polvere a 100 grammi. Una volta ottenuto l’impasto il procedimento rimane lo stesso.

Seguendo la stessa ricetta si possono realizzare anche delle perle al cacao o al butterfly pea flower, sostituendo i 5 grammi di matcha con la polvere che si preferisce. Per delle perle di boba rosse o gialle si può invece utilizzare della polvere di barbabietola o della curcuma.

Bubble Tea con Frutta

Per una versione più sana e fresca del bubble tea, si possono sostituire le perle di tapioca ed il loro sciroppo zuccherato con della frutta surgelata. A questo proposito sono molto adatti tutti i frutti rossi, mirtilli, lamponi, fragole tagliate a pezzetti, ma anche anguria, pesche, che possono essere frullati oppure tagliati a pezzetti o in palline, utilizzando uno scavino specifico, kiwi, melone, ananas o mango.

Che Sapore ha il Bubble Tea?

Il bubble tea ha il sapore del tè che viene utilizzato per prepararlo, dunque dipende dall’aromatizzazione scelta. È un tè molto zuccherato, dunque dolce al palato, mentre la tapioca ha un sapore neutro e una consistenza gelatinosa, ma anche questa può essere aromatizzata. 

Quanto Costa il Bubble Tea?

In questo articolo vi abbiamo dato la ricetta per il bubble tea da realizzare a casa, utilizzando ingredienti genuini ed il vostro tè preferito. I bubble tea sono diventati tuttavia un vero e proprio trend, ed è possibile trovare negozi di bubble tea a Roma, Milano, Torino e Bologna, così come in tantissime altre città d’Italia, dove i boba tea sono sempre più diffusi e vengono realizzati in gusti e varianti diverse e serviti in comodi bicchieri con il coperchio semisferico e le larghe cannucce, che permettono di succhiare le perle di tapioca. Se siete quindi in Italia o all’estero e desiderate un bubble tea on the go, per passeggiare sorseggiando una bevanda rilassante, cercate lo shop di bubble tea più vicino: il costo del bubble tea varierà in base alla città, e va dai 3,50 euro ai 5 euro.

Dove si Comprano le Palline per i Bubble Tea?

Le palline del bubble tea, le cosiddette boba pearls o perle per il bubble tea non sono altro che delle palline realizzate con l’amido di tapioca. Le perle di tapioca possono essere realizzate in casa a partire da uno sciroppo di zucchero e amido di tapioca, come abbiamo visto nella ricetta, oppure acquistate online o nei negozi specializzati di alimentari, dove si possono trovare anche le popping boba, le perle ripiene di sciroppi alla frutta.

bubble tea o boba tea

Varianti e Gusti

Il bubble tea si presta ad essere preparato utilizzando gli ingredienti più disparati. Abbiamo visto come la ricetta base del bubble tea preveda un tè, il latte e le perle di tapioca, ma grazie alla diffusione di locali e negozi specializzati nella preparazione di questo drink taiwanese, ormai presenti nelle strade delle principali città del mondo, sono tantissime le varianti proposte, che vedono l’aggiunta di yogurt, gelato, biscotti, marshmellows, sciroppi di frutta, frutta a pezzetti e così via. È possibile quindi preparare il bubble tea anche senza tapioca, sostituendo le famose perle con gli ingredienti che più preferiamo. Sono in molti inoltre ad aromatizzare il tè con spezie e fiori, come ibisco, cardamomo, vaniglia o acqua di rose. Per quanto riguarda il dolcificante si può utilizzare zucchero di canna, miele o sciroppi naturale, come lo sciroppo di agave.

Non sai quale tè utilizzare per il tuo bubble tea? Scopri la selezione di Terza Luna!

Scegli il Tuo Tè Terza Luna

Calorie

I bubble tea sono di certo una golosità e possono essere un vero toccasana per alleviare il caldo durante le lunghe passeggiate estive in città, tuttavia è bene consumarne in moderazione, in quanto si tratta comunque di bevande ricche di zuccheri, specie se acquistate in negozi dove i sapori genuini del tè vengono spesso arricchiti con sciroppi molto dolci oltre che, talvolta, con additivi e conservanti. Un bubble tea acquistato in un negozio specializzato, specialmente se si tratta di una catena, potrebbe contenere anche 400-500 calorie! Ciò non significa che sia necessario privarsi di questa bevanda: nella maggior parte dei bubble tea shop è possibile scegliere un’opzione di bubble tea più “healthy”, con meno zuccheri e realizzata con un tè ricco di proprietà, come il tè matcha, e frutta o semi di chia al posto della tapioca. Per non rinunciare al gusto e al divertimento, potete inoltre preparare da voi il vostro bubble tea preferito, dosando con accortezza lo zucchero del drink.

Negozi di Bubble Tea

Preparare il bubble tea in casa partendo da zero è possibile, ma è un procedimento che richiede tempo e pazienza. In alternativa, oggi è ormai possibile trovare negozi di bubble tea ovunque anche in Italia, da Milano, nella famosa via Paolo Sarpi con il famoso QQTea, a Roma, Bari e Firenze. Ci sono inoltre anche normali bar che ormai offrono un menù dedicato al Bubble tea: bisogna solo ricordare che spesso i bubble tea che si acquistano nelle catene sono realizzati con ingredienti molto zuccherati, conservanti ed altri elementi non sempre salutare, che spesso non permettono di apprezzare il sapore del tè. Per questo prepararlo in casa è spesso la migliore delle soluzioni!

 

Articoli Correlati

Terza Luna Scritto da Terza Luna